La guerra si porta via il più grande museo di computer in Ucraina: addio a Club 8-bit

Another ICT Guy

La guerra si porta via il più grande museo di computer in Ucraina: addio a Club 8-bit

La scorsa settimana il Club 8-bit, uno dei più grandi musei privati di computer in Ucraina, è andato completamente distrutto durante l’assedio delle forze militari russe alla città di Mariupol. E’ stato il proprietario del Club 8-bit, Dmitry Cherepanov, a condividere con il mondo le sorti del museo tramite Facebook.

“Ecco fatto, il museo del computer a Mariutol non c’è più. Tutto ciò che resta della collezione che porto avanti da 15 anni sono solo frammenti di ricordi sulla pagina Facebook, sul sito web e sulla stazione radio del museo” ha scritto Cherepanov in un post lo scorso 21 marzo.

Il Club 8-bit ospitava una collezione di oltre 500 pezzi che spaziavano lungo tutta la storia del computer, con alcuni cimeli risalenti addirittura agli anni ’50. Si è trattato – ed è con tristezza che siamo costretti ad usare il tempo passato – di una delle collezioni più vaste ed interessanti di computer comprendenti anche sistemi dell’era sovietica, costruita da Cherepanov in un arco di oltre 10 anni.

Per allestire la collezione Cherepanov ha raccolto e ripristinato molti degli esemplari di computer in mostra al museo andando di fatto a documentare un passato tecnologico condiviso tra il popolo ucraino e quello russo. Cherepanov, che su Facebook ha annunciato che ora cercherà di portare avanti il sito web e la radio RetroBit, non ha perso solamente il Club 8-bit, ma anche la propria casa.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.