Tecnologia di consumo ancora in crescita (+0,7%) in Italia ma ci sono segnali di rallentamento

Another ICT Guy

Tecnologia di consumo ancora in crescita (+0,7%) in Italia ma ci sono segnali di rallentamento

Si intravedono i primi segnali di rallentamento” per il settore della tecnologia di consumo in Italia. L’ultimo rapporto di GfK lancia un moderato allarme, a fronte di una crescita delle vendite dello 0,7% nei primi cinque mesi dell’anno e un valore di complessivo di mercato pari a 6,4 miliardi di euro.

La frenata, va detto, arriva dopo un periodo di grande crescita del mercato in questi ultimi due anni. “Se confrontiamo il dato con il periodo pre-pandemico possiamo, comunque, constatare una crescita molto forte (+18,7%) rispetto allo stesso periodo del 2019″. Complici tutte le problematiche economiche previste per l’ultima parte dell’anno (inflazione e annessi legati alla guerra in Ucraina), probabilmente non si registrerà il dato record 2021 ma il mercato comunque dovrebbe tenere.

A guidare la crescita del mercato è la performance molto positiva del comparto Elettronica di Consumo (+30,9%), che include al proprio interno i Decoder (+248%) e soprattutto i TV (+31,6%); questi ultimi, favoriti dalla domanda legata allo switch-off, arrivano a generare il 13,7% del valore complessivo del mercato italiano e sono il prodotto che più sostiene la crescita del mercato. Se li escludessimo, il mercato mostrerebbe un trend negativo rispetto allo scorso anno (-2,9%)“, sottolinea Gfk.

Analizzando gli altri settori si registra una tendenza leggermente negativa per il Grande Elettrodomestico (-0,5%) e Piccolo Elettrodomestico (-0,8%) mentre “la Telefonia mostra una leggera crescita (+0,7%) e si conferma il settore più importante per fatturato con un peso sul totale del 34%”.

L’Information Technology/Office è il settore più negativo (-14,5%) ma è bene ricordare che nel 2020 e nel 2021 aveva fatto registrare vendite record per le necessità legate a Smart Working e DAD.

“Buona la prestazione del settore Photo (+3,4%), che aveva sofferto negli ultimi anni, mentre è in forte crescita l’Home Comfort (+25,6%) favorito dalle alte temperature registrate a maggio che hanno contribuito alla vendita di Condizionatori (+34,6%) e fanno ben sperare per i successivi mesi estivi”.

Le vendite online hanno evidenziato una performance migliore rispetto alle vendite nei negozi fisici (+5,2% rispetto a -0,8%) e continuano a crescere in termini di peso raggiungendo il 25,7% del totale fatturato generato, contro il 24,6% del periodo gennaio-maggio 2021 ed il 24,2% del totale anno 2021.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.