ARM, AMD e Intel sempre più presenti nei datacenter

Another ICT Guy

ARM, AMD e Intel sempre più presenti nei datacenter

Il mercato dei sistemi server ha registrato una crescita delle vendite del 6% nel corso del terzo trimestre 2021, nonostante anche in questo ambito continuano ad essere ben presenti problemi legati alla disponibilità di prodotti e componenti. Si è arrivati ad un controvalore complessivo di 21,6 miliardi di dollari contro i 20,3 miliardi del terzo trimestre del 2020.

Intel continua a restare il principale artefice di questo settore ma è ben presente AMD, che è presente in circa il 18% dei server commercializzati nel corso del terzo trimestre: si tratta di un dato in aumento di circa il 2% rispetto al trimestre precedente.

La domanda di server basati su processori AMD è stata in particolare trainata dai sistemi hyperscale cloud, nei quali la disponibilità di un elevato numero di core, unita ad un quantitativo di cache molto ampio, propria dei processori AMD è un vantaggio competitivo molto importante. Da questo anche il notevole interesse per le future versioni di processore EPYCdella famiglia Bergamo, dotate al proprio interno sino a 128 core e per questo ideali nell’utilizzo in ambienti cloud.

VSC4_720.jpg

La crescita degli hyperscale data center viene vista come elemento che aiuterà nei prossimi anni una crescita complessiva del mercato dei server. Al momento attuale sono circa 700, a livello globale, le installazioni di questo tipo ma si stima che il loro numero complessivo tenderà ad aumentare ulteriormente negli anni a venire.

I più recenti dati elaborati da Omdia mostrano inoltre percentuali molto interessanti per le soluzioni basate su architettura ARM destinate ai sistemi server. Le proposte indirizzate ai cloud provider vedono per il 5% del totale, nel periodo da luglio a settembre 2021, processori con architettura ARM: troviamo proposte Graviton di Amazon Web Service, affiancate dalle soluzioni di Ampere Computing.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.