Utilizzare Starship, ma non solo, come supporto per le missioni militari statunitensi

Another ICT Guy

Utilizzare Starship, ma non solo, come supporto per le missioni militari statunitensi

Elon Musk ha proposto solamente qualche tempo fa la possibilità di utilizzare SpaceX Starship come vettore non solo verso la Luna o Marte, ma anche per portare carichi da una parte all’altra del Mondo velocemente. Una mossa per fare concorrenza ai trasporti aerei attualmente in uso e che ha attirato l’attenzione non solo di società commerciali.

starship militare

Quando si tratta si spostare grandi carichi velocemente in paesi distanti, anche le forze armate si devono rivolgere al trasporto aereo con soluzioni dedicate. Per questo una delle divisioni dell’aeronautica militare ha iniziato a guardare con interesse alla possibilità di utilizzare navicelle da utilizzare per movimentare carichi come rifornimenti o equipaggiamenti.

Starship e altre navicelle al servizio delle forze armate statunitensi

In un annuncio pubblicato recentemente sul sito dell’aeronautica militare statunitense si legge la chiara intenzione di investigare la possibilità di utilizzare soluzioni come Starship (ma non necessariamente quest’ultima) per il trasporto dei carichi.

Attualmente si stanno ancora valutando le possibilità d’impiego oltre ai costi (ma le forze armate solitamente hanno budget superiori a quelle, per esempio, della NASA). Il tutto si va a inserire nel progetto che guarda alla realizzazione dei progetti per la prossima decade (fino al 2030).

In particolare l’Air Force Research Laboratory (AFRL) cercherà di studiare le varie soluzioni e “condurrà uno sforzo scientifico e tecnologico per determinare la fattibilità e l’utilità dell’utilizzo di grandi razzi commerciali per la logistica globale del Dipartimento della Difesa”.

Bisognerà dimostrare per esempio la possibilità che i razzi possano atterrare su terreni non convenzionali e anche in zone remote, come quelle di guerra. Si punterà anche a progettare stive di carico pensate ad hoc per i sistemi in uso nelle forze armate e alla possibilità di atterrare in sicurezza vicino al personale militare.

starship

Con i Razzo Cargo possibili consegne in pochissimo tempo

Il Generale John W. Raymond (Chief of Space Operations) ha dichiarato “una volta realizzato, il Razzo Cargo modificherà radicalmente il panorama della logistica rapida, congiungendo il materiale ai combattenti in una frazione del tempo necessario oggi. In caso di conflitto o crisi umanitaria, la Space Force sarà in grado di fornire alla nostra leadership nazionale un’opzione indipendente per raggiungere obiettivi strategici dallo Spazio”.

In generale nel documento non si parla mai di una società in particolare e quindi Starship di SpaceX è una delle possibilità, ma non necessariamente l’unica. Nella proposta di finanziamento per il 2022, l’aeronautica militare statunitense ha chiesto 47,9 milioni di dollari dedicati ai Razzo Cargo (chiamati Rocket Cargo nel documento).

Certo, prima di arrivare a un utilizzo di questo tipo bisognerà completare le sperimentazioni vere e proprie. Quest’anno potrebbe esserci il primo test orbitale di Starship ma il completamento della navicella vera e propria potrebbe richiedere ancora un paio di anni.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.