Apple e il progetto Breakout: infrastruttura interna per servizi finanziari al consumatore

Another ICT Guy

Apple e il progetto Breakout: infrastruttura interna per servizi finanziari al consumatore

Apple si è messa al lavoro per sviluppare un insieme di soluzioni, tra tecnologie e infrastrutture, che le consentano di offrire un’ampia gamma di servizi finanziari al consumatore senza dover passare da intermediari e potendo in questo modo ridurre la dipendenza da partner esterni.

Il progetto è stato battezzato internamente con il nome di “Breakout” e prevede la costruzione di un apparato che permetta alla Mela di condurre in maniera autonoma tutte quelle attività chiave per l’erogazione di servizi finanziari: elaborazione di pagamenti, valutazione del rischio, analisi delle frodi, controllo del credito e generici servizi alla clientela.

Attualmente Apple si appoggia a realtà finanziarie di terze parti per erogare quei servizi come Apple Card e i programmi di finanziamento. In particolare nel mercato statunitense è Goldman Sachs il partner di riferimento della Mela per Apple Card, mentre Green Dot lo è per Apple Cash. Breakout sarebbe focalizzato sui futuri servizi che Apple intende offrire agli utenti.

L’obiettivo sarebbe quindi quello di allargare l’offerta di servizi finanziari, aggiungendone di nuovi accanto a quelli attualmente disponibili (Apple Card, i pagamenti Apple Pay e le funzionalità del Wallet Apple), e al contempo di staccarsi da intermediari esterni e poter gestire tutto in casa. In questo contesto si potrebbe leggere anche l’eventualità, circolata recentemente, di commercializzare iPhone in formula ad abbonamento mensile così come alla proposta di un servizio “compra ora, paga dopo”.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.