Ucraina: Fedorov chiede di bloccare i videogiocatori russi

Another ICT Guy

Ucraina: Fedorov chiede di bloccare i videogiocatori russi

Il vice primo ministro ucraino Mykhailo Fedorov ha inviato una lettera a Microsoft e Sony per chiedere di rimuovere dalle loro piattaforme Xbox e PlayStation tutti gli utenti e gli sviluppatori russi e bielorussi. La stessa richiesta è stata mandata alle principali piattaforme di eSports, che coinvolgono migliaia di fan e “atleti” russi.

Fedorov chiede supporto, aggiungendo che “nel 2022, la tecnologia moderna è forse la migliore risposta ai carri armati, ai lanciarazzi multipli e ai missili”. Su Twitter, Fedorov ha condiviso la lettera in cui si legge: “La Federazione Russa ha effettuato un attacco militare ingannevole e oltraggioso al mio paese. Immaginate, nel 2022, i missili attaccano quartieri residenziali, asili nido e ospedali nel cuore dell’Europa. Sono sicuro che non solo ascolterete, ma farete tutto il possibile per proteggere l’Ucraina, l’Europa e, infine, l’intero mondo democratico dalla sanguinosa aggressione autoritaria. Mi appello a voi per bloccare temporaneamente tutti gli account russi e bielorussi, interrompere la partecipazione di squadre e giocatori russi e bielorussi a tutti gli eventi di eSports internazionali e annullare gli appuntamenti videoludici che si terranno sul territorio di Russia e Bielorussia.

Siamo sicuri che tali azioni motiveranno i cittadini russi a fermare in modo proattivo la vergognosa aggressione militare”. Diversi sviluppatori ed editori hanno promesso sostegno finanziario all’Ucraina. Tra gli ultimi Ubisoft, che si è detta pronta a fornire alloggi di emergenza ai rifugiati, presso i suoi uffici nei paesi limitrofi.
   

https://www.carlomauri.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.