NASA SLS e Artemis I: le ultime informazioni dopo la conferenza stampa

Another ICT Guy

NASA SLS e Artemis I: le ultime informazioni dopo la conferenza stampa

Nelle scorse ore si è tenuta una conferenza stampa riguardante la missione Artemis I e il primo lancio del grande razzo NASA SLS (Space Launch System). Recentemente abbiamo scritto di come in Florida siano in corso gli ultimi test prima del lancio che dovrebbe avvenire intorno alla metà dell’anno.

nasa sls

Durante la conferenza Tom Whitmeyer (dell’agenzia spaziale statunitense) ha dichiarato che né all’interno del razzo né per quanto riguarda la capsula sono state impiegate componenti che arrivano dalla Russia o dall’Ucraina. Buona parte dei componenti è di origine statunitense mentre il modulo di servizio di Orion è stato realizzato dall’ESA in Europa. Questo per mettere in chiaro che il lancio della missione Artemis I non sarà condizionato dalla guerra in Ucraina.

Le nuove informazioni su NASA SLS e Artemis I

Stando a quanto riportato, il grande razzo sarà portato dal VAB (Vehicle Assembly Building) alla rampa di lancio Launch Complex 39B il 17 marzo alle 23:00 (ora italiana). Qui avverrà il wet dress rehearsal, una delle ultime tappe prima del lancio effettivo della missione Artemis I, la prima volta che il nuovo Space Launch System prenderà il volo.

Questa missione, lo ricordiamo, non avrà equipaggio umano. Sarà però fondamentale per provare il sistema in vista di Artemis II che dovrebbe essere lanciata nel 2024. Qui saranno presenti gli astronauti (dei quali, uno canadese) ma non ci sarà comunque l’allunaggio. Bisognerà aspettare Artemis III, nel 2025, per vedere l’essere umano mettere di nuovo piede sulla Luna.

nasa vab

Le condizioni per le quali NASA SLS potrà essere portato fuori dal VAB prevedono che ci sia meno del 10% di probabilità che il razzo venga colpito da fulmini, probabilità di meno del 5% di grandine, venti inferiori ai 40 nodi e temperatura compresa tra i 4,5°C e i 35°C. Ci vorrà un’ora per portare il razzo al di fuori del VAB. Invece per raggiungere la rampa di lancio saranno necessarie 11 ore (la distanza è di circa 6,5 km). Il tutto sarà possibile grazie all’enorme cingolato Crawler-transporter.

La durata dei test dovrebbe essere di circa un mese. Il wet dress rehearsal permetterà di capire se il sistema è effettivamente pronto al decollo. I serbatoi di NASA SLS verranno riempiti con idrogeno e ossigeno liquidi a temperature criogeniche. Sarà simulato il conto alla rovescia fino a pochi secondi prima dell’accensione dei quattro motori RS-25 (che derivano dall’orbiter dello Space Shuttle). Questi ultimi che sono stati provati durante l’hot fire test di marzo 2021.

nasa sls

Dopo il wet dress rehearsal il grande razzo sarà riportato dall’interno del VAB per completare gli ultimi test e risolvere potenziali problemi emersi. Anche le batterie verranno ricaricate e ci sarà l’aggiornamento del software di volo. Il tempo previsto per queste operazioni è di circa 30 giorni.

Proprio a causa di potenziali imprevisti non è stata fissata la data di lancio definitiva. Sicuramente non sarà ad aprile 2022 ma più facilmente tra giugno e luglio 2022. Le finestre di lancio andranno dal 6 giugno al 16 giugno e dal 29 giugno e 12 luglio (ma non nei giorni dal 2 al 4 luglio). Le future missioni Artemis dovrebbero avere meno problemi e il lancio di NASA SLS dovrebbe avvenire più rapidamente secondo quanto dichiarato da Mike Bolger (della NASA).

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.