Samsung Galaxy Tab S8 Ultra: come lui nessuno tra i tablet Android. La recensione

Another ICT Guy

Samsung Galaxy Tab S8 Ultra: come lui nessuno tra i tablet Android. La recensione

È diventato una specie di cliché definire ogni tablet Android un vero e proprio concorrente di iPad. Ancora di più quando si parla di tablet di Samsung visto che sembra essere rimasta quasi l’unica a voler mettersi in concorrenza con Apple. Sarà per il suo ottimo ecosistema di applicazioni, per un’interfaccia studiata a tavolino capace di renderlo efficace nel lavoro come anche nell’intrattenimento o sarà per l’uso di materiali premium, sta di fatto che i dati di vendita parlano chiaro: l’iPad è il tablet più amato dagli utenti. 

Samsung da qualche anno a questa parte ha imbastito una roadmap che ha letteralmente raggiunto il suo apice con il nuovo Samsung Galaxy Tab S8 Ultra e che lo ammettiamo senza remore: potrebbe davvero competere con l’iPad Pro se non fosse forse per qualche arretratezza dovuta all’ecosistema di app che riguardano però Android e non tanto il device in sé. 

Questa versione Ultra è quella veramente top di gamma della serie Galaxy Tab S8, lanciata da Samsung durante lo scorso febbraio 2022 e capace di immettere sul mercato una line-up ricca e variegata per qualsiasi tipo di utente pronto a scegliere il tablet che meglio si abbina al suo uso quotidiano. Samsung Galaxy Tab S8 è l’entry-level della nuova famiglia, l’unico con display LCD IPS. Adotta una diagonale da 11″ con risoluzione 2560×1600 pixel. Il modello intermedio è Samsung Galaxy Tab S8+, con un display Super AMOLED da 12,4″ a risoluzione 2800×1752 pixel.

E poi c’è lui, il re della serie, Samsung Galaxy Tab S8 Ultra, basato su un enorme pannello da 14,6 pollici, anch’esso Super AMOLED. Display OLED con frequenza di aggiornamento pari a 120Hz, processore Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1, architettura a 8 core e GPU Adreno 730. Android 12, basato sulla personalizzazione proprietaria OneUI, e presenza di accessori esclusivi come una cover tastiera dedicata che permette di aumentare la produttività. Sistema audio basato su quattro altoparlanti, con supporto al Dolby Atmos e realizzato in collaborazione con AKG. C’è anche il supporto alle reti 5G, al Wi-Fi 6E e al Bluetooth 5.2. Due le versioni di Galaxy Tab S8 Ultra: una versione con 12GB di RAM e 256GB di memoria di archiviazione e poi una versione con 16GB di RAM e 512GB di memoria di archiviazione che potrà addirittura aggiungere ulteriore spazio con microSD fino ad 1TB. 

Samsung Galaxy Tab S8 Ultra: prezzo di lancio

Il Samsung Galaxy Tab S8 Ultra viene venduto ad un prezzo di lancio di: 

  • Samsung Galaxy Tab S8 Ultra (compreso di S Pen)

    • 12GB + 256GB solo Wi-Fi: 1.299,00 € – Colore Graphite

    • 12GB + 256GB Wi-Fi+5G: 1.449,00 € – Colore Graphite

    • 16GB + 512GB solo Wi-Fi: 1.499,00 € – Colore Graphite

    • 16GB + 512GB Wi-Fi+5G: 1.649,00 € – Colore Graphite

DESIGN: sottile ma resistente

Anche l’occhio vuole la sua parte e questo lo sa bene Samsung che nella progettazione di questo nuovo Galaxy Tab S8 Ultra ha cercato non solo di utilizzare materiali premium ma anche di raggiungere un élite nelle dimensioni e nel design. Ecco allora che il nuovo tablet non solo è grande con le sue dimensioni da primato: 208.6 millimetri di altezza per 326.4 millimetri di larghezza. Ma è soprattutto sottile anzi sottilissimo con uno spessore di soli 5,5 millimetri che lo rendono tra i più sottili tablet del momento. E pur avendo il pannello più grande, Tab S8 Ultra è il più sottile nella classifica di confronto con altri tablet della concorrenza ed è anche quello più sottile dei suoi due modelli gemelli. La gobba della fotocamera sul retro sporge di soli 1,6 millimetri dalla scocca e quindi il tablet non traballa nemmeno su superfici piane.

È un prodotto altamente resistente e robusto anche se lo spessore potrebbe trarre in inganno. L’unibody opaco realizzato in alluminio Armor si rivela infatti molto stabile ed è interrotto solo sul retro da una striscia in vetro per il blocco magnetico e la ricarica della S-Pen. Un ulteriore magnete può essere utilizzato per fissare la penna al bordo longitudinale superiore, ma questa non è certo una soluzione sicura per il trasporto. Grande resistenza ma anche grande portabilità perché seppure davvero ampio nelle dimensioni il suo peso di 728 grammi permette di trasportarlo ovunque e soprattutto di utilizzarlo sia sulla scrivania che sulle gambe quando si è sul divano. Ed è un punto fondamentale questo perché l’uso del tablet lo si fa maggiormente per intrattenimento ed avere un device non troppo pesante tra le mani o sulle gambe permetterà un utilizzo migliore.

La qualità costruttiva del tablet di Samsung è convincente e può essere tenuto relativamente bene con una sola mano anche se con due è più stabile e comodo. La batteria non è rimovibile dall’utente mentre c’è uno slot per le schede che risulta leggermente più scuro rispetto al corpo in alluminio, ma si chiude perfettamente. Lo slot può ospitare una scheda microSD, mentre il modello 5G ha spazio per una scheda nano-SIM sul retro. C’è il pulsante di accensione e spegnimento di lato assieme a quello del volume mentre la classica porta USB-C si trova nella cornice inferiore.

DISPLAY: immenso per dimensioni e da primato

È forse una delle sue caratteristiche più importanti: il display Super AMOLED da 14,6 pollici con una risoluzione di 2960 x 1848 pixel (WQXGA+) e con un refresh rate a 120Hz. Ci sono 16 milioni di colori a caratterizzarlo ma soprattutto è l’ampiezza che lo rende unico sul mercato perché nessun altro brand si è spinto così tanto nella realizzazione di un pannello per un tablet che fosse tanto ampio e altrettanto di qualità. 

Ed è un formato ideale per vedere film o serie TV come anche per lavorare su bozzetti, attività professionali importanti o per fare esattamente tutto quello che potreste fare con un tablet ma di queste dimensioni. Lo abbiamo trovato utile sia per l’intrattenimento che come schermo secondario da abbinare al nostro notebook da lavoro o ancora meglio come tavola per disegnare grazie anche alla presenza della S-Pen inclusa in confezione. Lo schermo sfrutta la tecnologia AMOLED, che offre colori vibranti e un ottimo contrasto, l’ideale per i creativi che lavorano in ambito grafico e necessitano della massima fedeltà cromatica possibile. A differenza della maggior parte dei tablet, qui possiamo notare la presenza di un notch che ospita le due fotocamere anteriori. Tuttavia, lo schermo è talmente grande, che quasi non si nota. 

Analisi Display

Nella nostra analisi al colorimetro abbiamo riscontrato una luminanza massima di 823 nit, un valore decisamente elevato nella categoria e che consente un uso ottimale in tutte le circostanze e le condizioni di luce ambiente. Questo è ancor più vero se si considera che abbiamo un display di tipo OLED, che quindi può spegnere i pixel per riprodurre il nero garantendo un rapporto di contrasto elevatissimo.

Analisi gamut (saturazioni massime)


Modalità Naturale


Modalità Vivida

Analisi RGB (bilanciamento del bianco)


Modalità Naturale


Modalità Vivda

Analisi curva di gamma (progressione scala dei grigi)


Modalità Naturale



Modalità Vivida

Analisi DeltaE (fedeltà cromatica saturazioni intermedie)


Fedeltà cromatica (DCI-P3)

Samsung compie lo stesso errore che abbiamo già visto su altri dispositivi mobile con pannelli AMOLED: con la modalità Naturale, che è la più precisa, l’interfaccia utente di sistema operativo e applicazioni viene riprodotta in sRGB, quindi con il gamut meno esteso. Dubitiamo che siano in molti gli utenti ad utilizzarla in alternativa alla modalità Vivida, che è la predefinita ed è meno precisa, ma riproduce l’interfaccia in DCI-P3 apparendo sensibilmente più gradevole alla vista.

In modalità Naturale Tab S8 Ultra è in grado di coprire il gamut DCI-P3 con una precisione di livello eccellente anche con la calibrazione di fabbrica. E’ ottimo il bilanciamento del bianco, mentre con i colori del Macbeth Color Checker abbiamo una fedeltà cromatica particolarmente convincente anche se si intende utilizzare il dispositivo in maniera semi-professionale con contenuti salvati in P3 (DeltaE medio di 1,7). Questo è frutto di una precisione maniacale su tutti i livelli, con anche una progressione tonale per quanto riguarda la scala dei grigi praticamente perfetta, che garantisce una curva di gamma che segue in maniera precisa il riferimento. La modalità Vivida si spinge fino ai limiti del pannello, oltre le restrizioni dello standard DCI-P3, garantendo una precisione cromatica solo soddisfacente alle saturazioni intermedie (DeltaE medio di 4). Il bilanciamento del bianco è meno preciso rispetto ai riferimenti, offrendo una chiara dominante blu, così come la progressione tonale diventa meno precisa rispetto ai riferimenti.

Riproduzione HDR


Gamma


Gamut

Sul suo tablet top di gamma Samsung ci delizia con una delle migliori riproduzioni multimediali con i contenuti in HDR, con una ottima luminanza massima di circa 785 nit con un APL del 10%. Lo smartphone segue perfettamente la curva di gamma secondo il riferimento fino al livello di bianco del 75%, raggiungendo il clipping ad una soglia particolarmente elevata. Ottimo, in HDR, anche il triangolo di gamut secondo il riferimento del mercato DCI-P3, anche se è leggermente più ristretto rispetto a quest’ultimo. E’ ben calibrato il punto di bianco.

Nel complesso quello di Tab S8 Ultra è un display di altissima qualità sia sul piano quantitativo sia su quello qualitativo, posizionandosi come punto di riferimento nel mercato dei tablet e garantendo una riproduzione di video e contenuti multimediali in generale eccellente, con una precisione maniacale nella calibrazione che ne consente anche un uso semi-professionale per la produzione di foto e video “al volo”. 

Da non sottovalutare anche il fatto che il Galaxy Tab S8 Ultra è praticamente il primo tablet ad utilizzare uno sblocco in sicurezza con sensore al di sotto del display proprio come avviene ormai da tempo con gli smartphone. Non c’è dunque alcun pulsante fisico con il sensore biometrico: qui l’utente dovrà semplicemente appoggiare il proprio dito sullo schermo e il tablet si sbloccherà velocemente. Comodo e sicuro visto che il riconoscimento avviene solo dopo previa registrazione dell’impronta dell’utente proprietario.

HARDWARE: potente come un PC (o quasi)

Come i suoi fratelli anche il Samsung Galaxy S8 Ultra è alimentato dal più veloce SoC per dispositivi Android realizzato ad oggi, lo Snapdragon 8 Gen 1. A seconda della configurazione di memoria scelta, il chipset ha a disposizione 12 o addirittura 16 GB di RAM. Le prestazioni del tablet Samsung sono davvero incredibili e vengono superate solo dall’iPad Pro 12,9 con il processore made in Cupertino M1. Nell’uso quotidiano, tuttavia, il Tab S8 Ultra funziona in modo estremamente rapido e senza scatti. 

Tecnicamente è un processore che conosciamo davvero molto bene perché utilizzato da tutti i brand per i device top di gamma e non solo. È un Octa-Core con clock fino a 3 GHz e con la presenza della GPU Adreno 730 con processo produttivo a 4nm. Come detto precedentemente ci sono due versioni differenti a cui poter attingere: una versione con 12GB di RAM e 256GB di memoria di archiviazione e poi una versione con 16GB di RAM e 512GB di memoria di archiviazione che potrà addirittura aggiungere ulteriore spazio con microSD fino ad 1TB. 

Il tablet Samsung Galaxy S8 Ultra è alimentato anche da una GPU Qualcomm Adreno 730, che nonostante l’elevato livello di risoluzione del display, permette di eseguire giochi impegnativi come PUBG Mobile alla risoluzione di 40 FPS costanti. E anche se si riduce leggermente il livello di dettaglio, si raggiungono comunque i 60 FPS. In Wild Rift, il tablet Samsung funziona invece a 60 FPS costanti. E c’è abbastanza potenza anche per applicazioni e attività pensate per i creativi. 

Chiaramente se la potenza è ai massimi livelli non può non esserlo anche la connettività ed ecco che su Tab S8 Ultra troverete sia la versione solo Wi-Fi, chiaramente la versione 6E di ultima generazione, ma anche quella con supporto alla rete 5G e ciò significa che inserita una nanoSIM potrete usare il tablet ovunque vi troviate anche senza l’accesso obbligatorio ad una rete Wi-Fi. C’è poi Bluetooth 5.2 ma anche l’uscita video tramite la porta USB-C 3.2 e questo dunque significa permettere all’utente più professionista di collegare il Tab S8 Ultra ad un secondo monitor oppure ad uno schermo magari per una presentazione. L’audio? Ci sono 4 speaker realizzati in collaborazione con AKG e questi offrono un suono corposo e cristallino anche ad alto volume.

Lato intrattenimento il tablet lavora benissimo nell’aprire le applicazioni come quelle di streaming. I vari Netflix, Amazon Prime Video o ancora Spotify o Amazon Music funzionano alla perfezione con buffering nella riproduzione dei video o della musica che risulta praticamente inesistente. Ed è anche questa una vera predisposizione del tablet di Samsung. 

INTERFACCIA GRAFICA: Samsung ci mette lo zampino (per fortuna)

Il software in dotazione è Android 12, con interfaccia Samsung One UI, divenuta ad oggi una delle più complete e user friendly interfacce presenti sul mercato. Ci sono voluti un po’ di anni per scrollarsi di dosso qualche lag di troppo ma ora possiede non solo velocità e reattività ma anche completezza e funzionalità per ogni tipo di utente e dunque per ogni tipo di utilizzo. Come detto la base è Android 12 con tutto quello che Google ha implementato in fatto di sicurezza e caratteristiche grafiche. Su quello Samsung ha realizzato la sua One UI che qui riesce a puntare in alto soprattutto per la produttività, che in qualche modo è il fulcro di Galaxy Tab S8 Ultra. Come da tradizione Android, troverete molti widget con cui personalizzare la schermata home, utile se volete usare il tablet per lavorare.

Sappiamo bene quanto Android non sia riuscito ancora ad esprimere al meglio la sua potenzialità su di un prodotto come un tablet. Il display ampio, le funzionalità con pennino e la possibilità di realizzare sessioni multitasking con anche accessori quali tastiere e mouse non vengono ad oggi implementate come si dovrebbe da Google. Ecco allora che in questo caso ci pensa Samsung a farlo e la nuova One UI su questo Tab S8 Ultra ha una dignità garantendo ottima flessibilità nell’aprire più applicazioni simultaneamente (fino a 3 affiancate e altre in floating) e soprattutto permettendo di sfruttare al meglio la grandezza dello schermo con la funzione ”Labs” che rende utilizzabili app che su grande schermo non sono nativamente pensate per essere usate.

L’ampio touchscreen capacitivo del Samsung Galaxy S8 Ultra riconosce fino a dieci tocchi simultanei ed è protetto da un pannello Corning Gorilla Glass 5. Le proprietà di scorrimento della superficie sono molto buone e gli input vengono eseguiti in modo rapido e preciso. Il tablet come visto in precedenza è dotato di una S Pen attiva con funzionalità Bluetooth e tutte le funzioni e i gesti noti sono supportati e funzionano solo quando la batteria della penna è carica. Se la batteria è scarica, la penna può essere utilizzata solo per feature che non richiedono il Bluetooth. S-Pen che è risultata fortemente comoda nell’uso ma soprattutto si è distinta per la sua elevata precisione.

La S-Pen è senza dubbio uno degli aspetti più positivi dell’esperienza utente grazie alla presenza di utili tool facilmente accessibili tramite un pulsante sulla stilo stessa o dalla schermata principale, tramite una piccola finestra che si apre al lato del display quando il dispositivo ne rileva l’utilizzo. I più utili tra quelli disponibili sono: Crea nota, con cui appare una piccola finestra su cui scrivere. Scrittura Schermo, che consente di fare uno screenshot e prendere degli appunti su di esso.  Ma anche Disegno AR dove è possibile disegnare in modo live su di un video o su di un’immagine. O ancora Selezione Intelligente che permette di realizzare una selezione con la S Pen dove poter poi scrivere o modificare a piacimento. Ancora Messaggi Live per la creazione di messaggi multimediali particolari e soprattutto pronti per essere visualizzati in modo animato e ancora Traduci per tradurre simultaneamente le immagini. A seconda delle vostre necessità, molte delle funzioni della S Pen possono davvero tornare utili, anche se per evitare errori di rilevazione, vi ricordiamo di fare attenzione a non toccare lo schermo con le mani o con le dita. 

E non dimentichiamo Samsung DeX, l’interfaccia “desktop” di Samsung che qui diventa forse ancora più centrale. Se al tablet è collegata la sua cover con tastiera l’avere un’interfaccia realizzata come quella di un PC può rendere ancora più facile o anche più produttiva qualsiasi attività professionale. In questa interfaccia troveremo tutti i controlli rapidi che vengono spostati in una barra in basso, in stile Windows, mentre le applicazioni vengono aperte di default in finestra, garantendo un’ottima flessibilità. Estremamente comoda la possibilità di clonare alcune app per usarle con più account ed effettuare telefonate classiche usufruendo della SIM e della rete cellulare 5G (chiaramente solo in quella versione).

ACCESSORI: la Book Cover Keyboard lo trasforma in un laptop

C’è la S-Pen che viene inserita già nella confezione di vendita ma c’è anche la possibilità di arricchire l’uso del Tab S8 Ultra di Samsung con l’acquisto della Book Cover Keyboard che è senza dubbio un accessorio che può cambiare l’utilizzo del tablet grazie alla presenza di una tastiera ma anche di un’ala che permette di inclinare a piacimento lo schermo sulla scrivania per lavorare. La cover non solo permette di usare il tablet come se fosse un vero e proprio laptop ma garantisce anche una protezione completa visto che copre sia la parte della back cover che quella anteriore dello schermo. 

Possiede anche una protuberanza in cui è possibile inserire la S-Pen per trasportarla in totale sicurezza. Oltretutto la cover è separata in due parti indipendenti e questo garantisce di usare anche il tutto anche in modo individuale. La tastiera è molto comoda con i tasti a corsa breve ma con un buon feedback durante la digitazione. Oltretutto possiede delle dimensioni non troppo compatte con abbastanza spazio per la digitazione anche veloce. C’è la retroilluminazione così come anche un ampio trackpad, cliccabile fisicamente. 

FOTOCAMERA: ci sono e funzionano bene

Per quanto riguarda il comparto fotocamere è palese che la loro presenza in un tablet risulta davvero secondaria. Scattare con un device del genere risulta propriamente scomodo soprattutto in giro ma è facile che alcuni utenti possano sfruttare questa funzionalità per scansionare magari un determinato documento per prendere appunti o inviarlo a qualcuno. È un aspetto da non sottovalutare perché anche se non utilizzerete le fotocamere per scattare foto di paesaggi o altri soggetti, vi potranno comunque sempre servire per scansionare con dettaglio un documento o anche per realizzare progetti con la realtà aumentata e virtuale. 

Qui Samsung non lesina sotto questo punto di vista e propone un comparto posteriore caratterizzato da due sensori diversi: uno da 13 Megapixel di tipo Grandangolare (26 mm, 1/3.4″ e 1.0µm) con apertura da f/2.0 ed un secondo sensore da 6 Megapixel di tipo Ultra Grandangolare con apertura da f/2.2. Con questo comparto potrete anche registrare video fino al 4K a 30 o a 60 fps. E chiaramente il tablet è predisposto anche per realizzare videochiamate di qualità visto che anteriormente sulla cornice superiore sono presenti addirittura due sensori entrambi da 12 Megapixel (grandangolare da f/2.2 e ultragrandangolare da f/2.4) da usare anche per video fino al 4K a 60fps in HDR.

Anche se un tablet, Samsung, propone la propria interfaccia grafica per la fotocamera che abbiamo visto sugli smartphone. Questo permette di avere familiarità con i comandi e di poter trovare tutto abbastanza velocemente tra sezione per le foto, quella per i video e anche tutte le impostazioni inerenti il cambio di risoluzione per i video, le impostazioni per gli scatti e ancora altre feature capaci di far ottenere un buono scatto. Scatti che comunque risultano buoni per un tablet con capacità di avere elevati dettagli e che dunque possono essere sfruttati nel quotidiano per la scansione dei documenti.  

AUTONOMIA: ottima per una giornata produttiva e non solo

In termini di consumo energetico, l’ampio display si dimostra un pochino avido di energia e richiede oltre il 60% in più rispetto al tablet Galaxy S8 quando è al minimo, ma è quasi alla pari con l’S8+. In caso di picco di carico, tuttavia, il tablet Ultra richiede poca energia.

Sappiate che possiede una batteria decisamente grande pari a 11.200 mAh e che questa a livello pratico permette di chiudere una giornata veramente produttiva, con un utilizzo intenso del tablet, senza troppe problematiche anzi con qualche residuo di batteria. In caso di un uso più blando è possibile superare non solo la giornata ma anche più giorni ed è sicuramente un vantaggio per gli utenti che spesso si ritrovano ad usare il Galaxy Tab S8 Ultra in mobilità. 

Il tablet S8 Ultra supporta la ricarica via cavo fino a 45 watt e può caricare completamente la batteria in circa un’ora e mezza: un buon risultato soprattutto per il quantitativo di batteria presente. 

CONCLUSIONI

Con il suo display Super AMOLED da 14,6 pollici, il Samsung Galaxy Tab S8 Ultra è sicuramente unico nel suo genere. Sono davvero tanti i suoi punti di forza e riguardano non solo l’estetica del tablet ma anche le prestazioni sul campo. 

Si parte da un pannello veramente enorme per dimensioni ma anche di qualità estrema, come Samsung ha ormai abituato gli utenti, capace di garantire la visione dei contenuti in modo immersivo e alla massima risoluzione. È estremamente sottile ma robusto grazie ad un corpo in alluminio ‘’corazzato’’. Ma i suoi punti di forza non sono solo estetici: c’è infatti il velocissimo chip Snapdragon 8 Gen 1 che garantisce prestazioni eccellenti in tutte le attività dalle più professionali a quelle semplicemente di intrattenimento grazie anche agli altoparlanti che offrono un buon suono, la modalità DeX può essere eseguita direttamente sul dispositivo e le fotocamere ideali per le videochiamate ma anche per scatti di scansione.

 

C’è anche la potente S-Pen in dotazione che sicuramente permette di sfruttare ancora di più l’ottimo sistema operativo creato ad hoc da Samsung per il multitasking e l’ambiente lavorativo che proprio il Galaxy Tab S8 Ultra vuole proporre. La memoria può essere ulteriormente espansa utilizzando una scheda microSD, motivo per cui la scelta della RAM potrebbe essere l’unica preoccupazione nella scelta del tablet.

Samsung Galaxy Tab S8 Ultra non offre molti motivi di critica. Il controllo adattivo della frequenza di aggiornamento sarebbe stato un plus ma non è certamente una cosa fondamentale. Anche una protezione aggiuntiva contro la polvere e l’acqua avrebbe potuto rappresentare un punto di forza ma il tablet risulta comunque robusto e ben fatto. 

Il prezzo del Galaxy Tab S8 Ultra potrebbe essere effettivamente l’unica nota dolente. Parliamo di 1.299€ minimo per la versione di partenza solo Wi-Fi con 12GB di RAM e 256GB di storage per arrivare alla versione top di gamma con supporto al 5G, 16GB di RAM e 512GB di storage che costa 1.649€. Sono veramente tanti soldi ma dobbiamo anche ragionare sul fatto che questo Galaxy Tab S8 Ultra ha dato un senso vero al mondo dei tablet con Android come purtroppo nessun altro ancora ci era riuscito. È un tablet di fascia alta, anzi direi Ultra, ma ha veramente tutto quello che chiunque vorrebbe per non dover chiedere altro ad un tablet e al suo ecosistema, o almeno fino ad oggi.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.