Apple Pay: l’antitrust europea pronta a formalizzare l’accusa nei confronti del sistema NFC chiuso di Apple

Another ICT Guy

Apple Pay: l’antitrust europea pronta a formalizzare l’accusa nei confronti del sistema NFC chiuso di Apple

L’Unione Europea si prepara a muovere ad Apple l’accusa di aver violato le leggi antitrust con Apple Pay e in particolar modo per la scelta di renderlo l’unico servizio di pagamento in grado di poter utilizzare la tecnologia NFC presente su iPhone.

Secondo quanto si apprende dal Financial Times l’accusa verterà in particolare sul fatto che Apple impedisce a terze parti, come banche e società di pagamenti, di accedere alla tecnologia NFC per poter effettuare transazioni e pagamenti.

Quello che rischia Apple, se le accuse dovessero trovare fondamento, è una multa fino al 10% del fatturato globale. Si tratta dell’esito di un lungo processo di analisi in corso almeno dal 2019, e che la prossima settimana dovrebbe sfociare nell’accusa formale che sarà presentata dai funzionari UE. E’ tuttavia possibile che la presentazione ufficiale dell’accusa possa slittare ancora di qualche settimana, ma la Commissione sarebbe “determinata” ad agire il prima possibile.

L’Unione Europea ha recentemente approvato due impianti normativi particolarmente importanti, il Digital Services Act e il Digital Markets Act. Con il primo viene innalzata la responsabilità delle piattaforme digitali nel controllo di contenuti illegali online, mentre con il secondo si mira a limitare il potere di mercato delle grandi aziende della tecnologia.

Proprio sul Digital Markets Act aveva avuto modo di esprimersi Tim Cook, CEO di Apple, nelle scorse settimane: “I politici stanno adottando misure in nome della concorrenza che costringerebbero Apple a consentire alle app su iPhone che aggirano l’App Store attraverso un processo chiamato sideloading. Ciò significa che le aziende affamate di dati sarebbero in grado di evitare le nostre regole sulla privacy e, ancora una volta, tracciare i nostri utenti contro le loro volontà”.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.