Twitter impone paletti a Musk, nessun tweet offensivo su accordo 

Another ICT Guy

Twitter impone paletti a Musk, nessun tweet offensivo su accordo 

Twitter impone paletti a Elon Musk, vietandogli di twittare sull’accordo di acquisizione se i cinguettii in questione sono denigratori della società o di suoi componenti. E’ quanto emerge dalle comunicazioni alla Sec, secondo le quali il patron di Tesla può continuare a twittare sull’acquisizione da 44 miliardi di dollari ma può farlo solo in modo gentile.

Elon Musk può ritirarsi dall’offerta a Twitter pagando un miliardo di dollari, una cifra bassa rispetto a quelle tipicamente imposte come ‘termination fee’ nei leverage buyout. E’ quanto emerge dalle comunicazioni alla Sec. Nel caso in cui fosse Twitter a fare un passo indietro per motivi regolamentari o per un’offerta maggiore da un altro potenziale acquirente, la società che cinguetta dovrebbe pagare al patron di Tesla un miliardo.

Intanto Politico.com riporta che l’avvocato di Twitter Vijaya Gadde era in lacrime dopo l’annuncio dell’acquisto da parte di Elon Musk. La testata spiega che Gadde, a capo del team di legali al servizio dell’azienda, dopo l’ufficializzazione della notizia ha convocato una riunione da remoto con i colleghi più stretti e con la squadra al lavoro sulle policy e sulla moderazione dei contenuti. Nel corso del suo intervento si è emozionata ed è scoppiata in lacrime manifestando preoccupazioni per l’evoluzione della vicenda. Gadde lavora in Twitter dal 2011 ed è la figura chiave incaricata di supervisionare le funzioni di sicurezza, legali e di ordine pubblico di Twitter. Ha guidato il social attraverso alcune delle sue battaglie più controverse, inclusa la decisione di rimuovere tutta la pubblicità politica e bandire l’ex presidente Donald Trump dalla piattaforma sulla scia dell’attacco del 6 gennaio a Capitol Hill.

https://www.carlomauri.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.