Sempre più batterie LFP per i veicoli elettrici: sorpasseranno quelle nichel-cobalto nel 2023

Another ICT Guy

Sempre più batterie LFP per i veicoli elettrici: sorpasseranno quelle nichel-cobalto nel 2023

Abbiamo visto ieri come Tesla abbia diversificato il tipo di batterie utilizzate sui propri veicoli, sia per fronteggiare la scarsità di materie prime, sia per avere in mano diverse opzioni in caso di problemi.

Dopo aver avviato la produzione basandosi su batterie al litio di tipo ternario, che fanno uso di tre metalli pesanti al catodo, Tesla ormai produce metà dei suoi veicoli sfruttando invece le batterie litio ferro fosfato, indicate anche con l’acronimo LFP o la formula chimica LiFePO4. Queste batterie, su cui vi abbiamo dato alcuni consigli, sono note per essere robuste, economiche e, soprattutto, senza i costosi cobalto e nichel. Hanno però lo svantaggio di essere, generalmente, più pesanti a parità di capacità.

Tesla pianale batterie LFP LiFePO4

Le batterie LFP in questi anni hanno ridotto in modo significativo il gap in termini di densità energetica rispetto alle batterie ternarie e sebbene attualmente la densità energetica resti inferiore del 20% per le litio ferro fosfato, a livello di costi queste ultime offrono un vantaggio di circa il 30%. Considerando la pressione sui prezzi delle materie prime la differenza in termini di costo sembra destinata a crescere.

Un report di TrendForce conferma che la tendenza a sostituire nei veicoli elettrici parte delle batterie ternarie con le LFP è attiva a livello globale e che questo tipo di accumulatori al litio supererà a breve le batterie a metalli pesanti, ribaltando, di fatto, le attuali posizioni di mercato. In generale i problemi di approvvigionamento di materie prime e i costi i crescita di alcune di esse, tra cui i metalli pesanti, sono alla base di questo spostamento del mercato. Per avere un’idea, il cobalto, elemento essenziale nelle batterie ternarie, era scambiato al London Metal Exchange (LME) a 42.000$ la tonnellata nell’ottobre scorso: in questo mese di aprile 2022 il prezzo è praticamente raddoppiato, con un quotazione pari a 81.000 $ per tonnellata.

TrendForce report mercato batterie litio ternarie LFP LiFePO4

Se nel 2021 il 64% delle batterie utilizzate era di tipo ternario, con le LFP ferme al 36%, la percentuale dovrebbe invertirsi esattamente nel 2025, con il sorpasso delle LiFePO4 già a partire dal 2023. Si tratterà anche di uno spostamento geografico in termini di produzione: al momento, infatti, le batterie ternarie sono prodotte soprattutto in Corea del Sud e Giappone, mentre la produzione delle batterie LFP è in mano principalmente ad aziende cinesi.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.