Proseguono le fasi di apertura del telescopio spaziale James Webb

Another ICT Guy

Proseguono le fasi di apertura del telescopio spaziale James Webb

Nella giornata di ieri abbiamo scritto dell’evoluzione delle fasi di apertura del grande telescopio spaziale James Webb. La roadmap è in corso di svolgimento e proseguirà per i giorni a venire. Questo porterà al completamento delle fasi di apertura e iniziare l’allineamento degli specchi con la prima immagine che dovrebbe essere catturata tra circa sei mesi.

Poco dopo la pubblicazione della precedente notizia è arrivato un nuovo aggiornamento da parte della NASA. Secondo quanto riportato anche il passaggio successivo all’apertura delle strutture anteriore e posteriore della schermatura solare è stato completato. Non sono stati segnalati problemi e quindi il JWST sembra godere di ottima salute mentre si allontana dal nostro Pianeta. Attualmente si trova a 630 mila chilometri dalla Terra viaggiando a 0,81 km/s.

Un nuovo passo in avanti per il telescopio spaziale James Webb

Stando a quanto riportato dal blog ufficiale nella giornata di ieri alle ore 15:45 (in Italia) hanno iniziato la procedura per sollevare la struttura dove si trovano gli strumenti e gli specchi. Questo consente da un lato di creare ulteriore spazio per permettere l’apertura della schermatura solare inferiore ma anche per distanziare la sensibile strumentazione da zone più calde. Come scritto, la procedura non è completamente automatizzata ma gli ingegneri possono modificarla in base alle esigenze (ed è stata completata alle 22:24).

jwst

Nelle scorse ore il sito ufficiale del telescopio spaziale James Webb ha anche iniziato a mostrare le temperature rilevate. Non si tratta ancora delle temperature definitive ma iniziano a dare un’idea di cosa vedremo in futuro. Sul “lato caldo” il telescopio segna -6,67°C nella zona della schermatura (punto a nell’immagine sopra) mentre 9,44°C in quella centrale (dove ci sono le unità di controllo, segnalata come punto b). Sul “lato freddo” si scende a -57,22°C (punto c) e -153,33°C (punto d). Nella giornata di ieri la NASA ha anche reso noto che la seconda manovra (MCC1b) ha dato una “spinta” da 2,8 m/s rispetto ai 5 m/s che avevamo segnalato nella precedente notizia (dovuti ai calcoli da Terra non ufficiali).

L’apertura del flap posteriore del JWST

In queste ore dovrebbe essere in corso l’apertura del flap posteriore e l’apertura della copertura della schermatura solare. Perché c’è bisogno di un flap nello Spazio dove non c’è un’atmosfera? La motivazione è legata alla radiazione solare e alla struttura stessa del JWST, come spiegato da Mark McCaughrean.

jwst

Avendo una grande superficie fornita dalla schermatura solare questa funziona come una vela solare. Visto che la zona di pressione del vento solare e il centro di massa non coincidono questo avrebbe la conseguenza di originare una rotazione del telescopio spaziale non voluta. Per mantenerlo stabile vengono utilizzate delle ruote di reazione (ce ne sono sei). Queste ultime però hanno dei limiti.

jwst

Quando le ruote di reazione raggiungono il massimo della rotazione della quale sono capaci si può utilizzare il propellente per bilanciare nuovamente il JWST (una o due volte la settimana). Il propellente però non è infinito e non può essere ricaricato. La fine del propellente significa anche la fine della missione. Il flap posteriore funziona per correggere l’assetto contrastando l’azione della radiazione solare, minimizzando la coppia e riducendo l’utilizzo del propellente. Interessante notare che il flap non è attivo. Quindi non sono previsti motori per regolarne l’angolazione scelta fatta perché se un motore si fosse guastato e il flap si fosse posizionato in maniera errata il problema sarebbe stato critico.

[AGGIORNAMENTO] Dopo la pubblicazione della notizia, la NASA ha annunciato ufficialmente che il flap posteriore del JWST è stato correttamente aperto ed è in posizione. Le operazioni si sono concluse poco dopo le 15:00 (ora italiana). Ora si passerà al prossimo passaggio della roadmap.

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.