Un’istantanea di larghe vedute: Instax Link Wide

Another ICT Guy

Un’istantanea di larghe vedute: Instax Link Wide

Le fotocamere istantanee hanno rivoluzionato il mondo della fotografia e tutt’oggi esercitano un fascino irresistibile su tutte la fasce. Oggi alle tradizionali istantanee analogiche si affiancano prodotti ibridi, che fanno leva sulla fotografia digitale e fanno da ponte tra l’avere la memoria dello smartphone piena di foto e tenere invece tra le mani uno scatto nella sua stampa fisica.

In questo settore Fujifilm ha costruito parte del suo successo attuale nel mondo fotografico, lanciandosi in una nuova avventura a pellicola proprio agli albori della fotografia digitale. Abbiamo parlato dell’ecosistema Fujifilm in un nostro recente articolo dal titolo “Instax Share SP-03 e Fujifilm X-E4: fotografia istantanea in salsa mirrorless“. Il fulcro dell’articolo ruota attorno al seguente concetto: una fotocamera istantanea analogica non può certo sostituire in toto una macchina fotografica, ma l’accoppiata instax Share SP-03 con una mirrorless della famiglia Fujifilm X può prendere il buono da entrambi i mondi. Si scatta con la qualità della mirrorless e con la pressione di un tasto si stampa in modo istantaneo.

Un’istantanea di larghe vedute: instax Link Wide

[HWUVIDEO=”3190″]Instax Link Wide: stampa istantanea di grande formato da smartphone e mirrorless[/HWUVIDEO]

Fujifilm ha recentemente aggiornato il sistema con il lancio di una stampante che, finalmente, abbraccia anche il formato più grande delle pellicole, prima riservato solo a fotocamere analogiche instax Link Wide.

Il passaggio pellicola ‘larga’ raddoppia l’area fotografica rispetto al formato Mini e ne offre il 50% in più rispetto al formato Square. Tutti i formati, derivano infatti da un rotolo largo 62mm (che risulta essere poi l’altezza di tutti i fotogrammi) e vengono tagliati a 46mm, 62mm e 99mm per ottenere le tre diverse pellicole a sviluppo istantaneo.

Rispetto alle precedenti stampanti, come la SP-03, si è poi decisamente evoluta sul fronte dell’app, ora più flessibile nell’uso, con la possibilità di effettuare non solo modifiche alle foto, ma anche di creare collage, con l’ulteriore opzione di sfruttare tutta una serie di template preimpostati personalizzabili, oltre che di template creabili da zero a piacere.

Inoltre rispetto alla SP-03 risulta ancora più facile l’utilizzo via smartphone, rendendo evidente come Fujifilm voglia indirizzarsi con questo prodotto soprattutto all’utenza più giovane. La stampante, infatti, sfrutta la connettività Bluetooth, al posto della rete Wi-Fi utilizzata dall’altro modello. L’invio in stampa è leggermente più lento, ma le fasi di accoppiamento e la gestione del dispositivo risultano semplificati.

Se si è degli smartphone-photographer il gioco è fatto, anche grazie agli strumenti basilari di ritocco inclusi nell’app, con filtri automatici (Monochrome, Sepia e Auto) e il controllo di luminosità, contrasto e saturazione. Dall’app è inoltre possibile aggiungere scritte, emoticon e sticker, ma anche ruotare e gestire lo zoom delle foto.

Per chi invece sfrutta per le sue fotografie una mirrorless di casa Fujifilm (APS-C della Serie X o medio formato della serie GFX) è possibile trasferire le immagini in modalità wireless con l’app Camera Remote e poi inviarle alla stampante. Con la sola X-S10 – attualmente – è possibile invece inviare direttamente le fotografie alla stampante. Forse per chi ha una mirrorless potrebbe sembrare limitante, rispetto all’utilizzo di SP-03, che grazie al Wi-Fi è compatibile con tutte le fotocamere Fujifilm a ottica intercambiabile più recenti ma, visti i miglioramenti fatti dall’app, la via del passaggio dall’applicazione è probabilmente la via migliore per ottimizzare le proprie stampe.

Rispetto ai formati più piccoli, soprattutto quello Mini, queste stampe da 62×99 mm sono molto più godibili e non troppo lontane dai vecchi 9×13 che spesso gli amatori sfruttavano per la stampa delle proprie pellicole 35mm. Le foto, come tutte le istantanee, hanno una spessa cornice, soprattutto nella parte inferiore, dove sono stipati i reagenti per lo sviluppo, utilizzabile (come ai tempi delle vecchie Polaroid anni ’70) per scrivere e personalizzare ogni scatto.

Prezzo e disponibilità

La stampante per smartphone instax Link WIDE è disponibile in due colori, Ash White e Mocha Grey, da fine ottobre 2021 al prezzo suggerito al pubblico di € 149,99 IVA inclusa, mentre il prezzo di un pacchetto da 10 di pellicole si aggira circa attorno ai € 12.

In generale, rispetto alle stampe in volumi a basso costo, i prezzi potrebbero sembrare alti, ma mi piace sempre sottolineare come il gesto di regalare un ricordo fisico, fresco di stampa, invece che semplicemente inviare una foto su Whatsapp è spesso impagabile.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.