S.T.A.L.K.E.R. 2: gli NFT permetteranno di diventare un personaggio nel gioco

Another ICT Guy

S.T.A.L.K.E.R. 2: gli NFT permetteranno di diventare un personaggio nel gioco

Gli NFT (non-fungible token) sembrano destinati a occupare un ruolo rilevante all’interno del mondo dei videogiochi di domani. Uno degli sparatutto più attesi della prossima generazione, S.T.A.L.K.E.R. 2 Heart of Chernobyl, ne farà uso tramite una piattaforma dedicata, secondo un recente annuncio della software house GSC Game World.

S.T.A.L.K.E.R. 2: come diventare un personaggio non giocante acquistando un NFT

La software house ucraina ha infatti fatto sapere che S.T.A.L.K.E.R. 2 utilizzerà la tecnologia della blockchain per permettere ai giocatori di entrare in possesso esclusivo di una parte del gioco stesso. Questo include l’opportunità di diventare il “primo metaumano”, una definizione con cui GSC si riferisce a un personaggio non giocante interno al mondo di S.T.A.L.K.E.R. 2 che acquisirà le fattezze estetiche dell’utente in possesso dell’NFT.

S.T.A.L.K.E.R. 2

Questo tipo di personaggio verrà reso con un livello di dettaglio molto elevato per assomigliare il più possibile a chi ha acquistato l’NFT. I giocatori potranno fare un’offerta per tentare di entrare in possesso dell’NFT necessario, con l’asta che partirà nel prossimo mese di gennaio. In seguito questo NFT potrà essere rivenduto e potrà cambiare proprietà fino a una data limite (ancora da fissare), nella quale gli artisti del gioco convertiranno l’NFT nel personaggio non giocante interno a S.T.A.L.K.E.R. 2. Naturalmente questo meccanismo è ideato nella speranza che l’NFT possa acquisire valore nel tempo ed essere rivenduto a cifre molto alte, come sovente accade con gli NFT.

“Vogliamo dare tramite un NFT l’opportunità di poter essere riprodotti all’interno del gioco” ha detto Evgeniy Grygorovych, CEO di GSC Game World. “La persona dovrà venire nel nostro studio per una procedura di scansione dettagliata, dopo di che avremo tutto il necessario per creare il personaggio non giocante da inserire nel mondo di gioco”.

Già in passato GSC aveva illustrato in un video (riportato in questa pagina) il funzionamento della sua tecnologia di fotogrammetria dei volti con cui crea personaggi il più possibile fotorealistici per il proprio sparatutto a mondo aperto. Quanto agli NFT di S.T.A.L.K.E.R. 2, utilizzerà la piattaforma DMarket. S.T.A.L.K.E.R. 2 Heart of Chernobyl verrà rilasciato ad aprile 2022 su Xbox Series X/S e PC.

L’idea del possesso di un oggetto virtuale all’interno di un mondo di gioco che verrà visitato da molti giocatori può avere conseguenze non banali, e creare opportunità di business non indifferenti. Ubisoft sta lanciando qualcosa di molto simile all’interno di Ghost Recon Breakpoint, pur incontrando le ritrosie della community dei giocatori. In quel caso, infatti, per ottenere un NFT semplicemente giocando, e non pagando, servirebbero addirittura 600 ore di gioco, il che potrebbe considerato moralmente discutibile. Anche il famosissimo game designer di giochi gestionali Peter Molyneux sta pensando agli NFT per il suo prossimo gioco.

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.