Wp, Meta ha pagato società consulenza per screditare TikTok

Another ICT Guy

Wp, Meta ha pagato società consulenza per screditare TikTok

(ANSA) – ROMA, 31 MAR – Meta, la società madre di Facebook,
Instagram e WhatsApp, ha pagato un’agenzia di pubblicità e
creazione contenuti per screditare TikTok. La rivelazione arriva
dalle pagine del Washington Post che ha ottenuto le email
scambiate tra l’agenzia, Targeted Victory, e il colosso di Mark
Zuckerberg.
    La campagna – secondo la testata – include la pubblicazione di
editoriali nelle principali testate giornalistiche, la
promozione di storie su presunte tendenze TikTok, per attirare
giornalisti e politici e sconfiggere il suo più grande
concorrente di proprietà della cinese ByteDance. In una email
riportata dal Washington Post si legge che Targeted Victory ha
bisogno di “far passare il messaggio che mentre Meta è l’attuale
sacco da boxe, TikTok è la vera minaccia, soprattutto in quanto
app di proprietà straniera che è la n. 1 nella condivisione dei
dati utilizzati dai giovani adolescenti”. Targeted Victory,
interpellata dalla testata, ha rifiutato di rispondere dicendo
solo che rappresenta Meta da diversi anni ed è “orgogliosa del
lavoro svolto”.
    Le email, osserva il Washington Post, mostrano fino a che
punto Meta si spinge per contrastare TikTok, la rivale
multimiliardaria diventata una delle app più scaricate al mondo
spesso superando anche le popolari Facebook e Instagram. In una
inchiesta pubblicata l’anno scorso grazie alle rivelazioni della
ex dipendente di Facebook Frances Haugen – che hanno fatto
discutere poichè erano trapelati i danni delle app Meta sugli
adolescenti – era anche venuto fuori un dato non confortante per
Zuckerberg: i ricercatori di Meta affermavano che gli
adolescenti trascorrevano “2-3 volte più tempo” su TikTok
rispetto a Instagram e che la popolarità di Facebook tra i
giovani era crollata. (ANSA).
   

https://www.carlomauri.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.