Novità per l’autopilot Tesla in Europa? Elon Musk prevede per marzo

Another ICT Guy

Novità per l’autopilot Tesla in Europa? Elon Musk prevede per marzo

Un botta e risposta via tweet, con il tipico approccio seguito da Elon Musk, lascia immaginare l’introduzione di significative migliorie nella modalità di gestione dell’Autopilot Tesla per le vetture dell’azienda americana utilizzate in Europa.

Alla base una considerazione pratica ben nota a chi possiede un veicolo Tesla e abilita la funzione Autopilot: spesso la velocità di crociera impostata non è quella corretta rispetto ai limiti vigenti e il veicolo non adegua così come ci si attende la propria velocità in funzione delle norme in vigore su quel tratto di strada e delle condizioni d’uso.

Oltre a questo ci sarebbe molto da aggiungere sui limiti all’angolo di sterzata, legati alle direttive europee in materia e che sono molto più stringenti di quanto in vigore ad esempio in nord America. Di fatto Autopilot permette di sterzare in autonomia, in Europa, con un angolo molto contenuto superato il quale avverte di disabilitarsi lasciando i comandi al guidatore.

La risposta di Musk alla richiesta fatta nel tweet è molto interessante, anche se il track record di Elon Musk quanto a correttezza nell’indicare tempistiche di intervento o di risoluzione di specifici problemi è tutt’altro che impeccabile. Musk ha specificato come Tesla intenda offrire significative migliorie alla propria funzionalità di Autopilot fuori dagli Stati Uniti, a partire dal mese di marzo.

Arriverà quindi un importante aggiornamento che migliorerà il funzionamento di Autopilot nelle sue diverse versioni? Questo è quanto si potrebbe auspicare alla luce delle parole di Musk, ma è meglio forse non crederci troppo e non prendere quel mese di marzo come una data immodificabile. Del resto è lo stesso Musk a specificare come il tutto sia soggetto all’approvazione degli enti regolatori, che potrebbero limitare l’applicabilità delle innovazioni introdotte nelle funzionalità Autopilot per il mercato europeo rispetto a quanto disponibile in USA.

Più di tutto, e questo è ormai un cliché collaudato nei tweet di Musk, mancano indicazioni precise e dettagliate su quali siano le innovazioni e le migliorie che ci si potrebbero attendere con l’aggiornamento previsto per marzo. Si parla solo di “significant improvement”, una miglioria significativa che può voler dire tutto e niente allo stesso tempo. Lo vedremo, sperando di dover attendere solo fino a marzo.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.