Noctua NM-DD1: raffreddamento direct die per AM5, ma attenti alla garanzia

Another ICT Guy

Noctua NM-DD1: raffreddamento direct die per AM5, ma attenti alla garanzia

Noctua ha presentato il suo nuovo kit di installazione NM-DD1 indirizzato al raffreddamento direct die, ovvero raffreddando direttamente i die, appunto, del chip senza passare per l’IHS (Integrated Heatspreader). Il kit è disponibile esclusivamente sul sito di Noctua al prezzo di 4,90 euro o può essere stampato in autonomia grazie al progetto condiviso su Printables.com.

Le staffe sono state sviluppate in collaborazione con Roman “Der8auer” Hartung, noto overclocker che più volte si è cimentato in progetti piuttosto peculiari. In questo caso, l’obiettivo è stato fornire una soluzione per il montaggio del dissipatore direttamente sul die della CPU una volta effettuato il cosiddetto delidding.

I miglioramenti delle prestazioni sono semplicemente spettacolari, in genere vanno da 10 a 15 °C, ma in alcuni casi abbiamo visto miglioramenti persino di 20 °C in combinazione con le nostre staffe di montaggio offset, quindi siamo fiduciosi che questa sia un’opzione interessante per gli utenti enthusiast. Voglio ringraziare Roman per aver collaborato con noi per consentire agli utenti di implementare questa messa a punto esaltante sui nostri dissipatori” ha dichiarato Roland Mossig, CEO di Noctua.

Le staffe di montaggio offset sono un accessorio rilasciato alcune settimane fa da Noctua che consente di posizionare i dissipatori di 7 mm più in basso invece che nella tradizionale posizione simmetrica rispetto alla CPU, in modo da concentrare le capacità di raffreddamento in prossimità dei CCD dei nuovi processori Ryzen.

Tuttavia, va ricordato un aspetto fondamentale: effettuare il delidding della CPU invalida la garanzia ed è una pratica piuttosto rischiosa, consigliata esclusivamente agli utenti più esperti. Inoltre, i margini di miglioramento indicati sopra sono stati ottenuti con l’adozione del metallo liquido disposto sui die. Anche in questo caso si tratta di una procedura che, se non accuratamente svolta, rischia di danneggiare il processore.

Per effettuare il delid della CPU, infatti, bisogna rimuovere il coperchio superiore del processore e sostituire il composto termico preapplicato con il metallo liquido. Una soluzione che consente di abbassare notevolmente le temperature in modo da ottenere un computer più silenzioso, riducendo la velocità delle ventole, o – dove possibile – guadagnare margini superiori di overclock.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *