Starfield esclusiva PS5? Anche per questo Microsoft ha comprato Bethesda

Another ICT Guy

Starfield esclusiva PS5? Anche per questo Microsoft ha comprato Bethesda

Phil Spencer ha dichiarato, nell’ambito del caso FTC vs. Microsoft sull’acquisizione di Activision Blizzard, che tra le ragioni che portarono Xbox ad acquisire ZeniMax, casa madre di Bethesda, vi era il timore che Starfield uscisse solo su PlayStation. Come sappiamo, Starfield è ora esclusiva Xbox con debutti fissato per il 6 settembre.

Il capo di Microsoft Gaming ha affermato che Sony paga regolarmente le software house per non uscire su Xbox. Al fine di rimanere competitiva, Microsoft sentì la necessità di fare propria Bethesda. “Quanto abbiamo acquisito ZeniMax, uno degli impulsi dietro all’operazione è che Sony aveva stretto un accordo per Deathloop e Ghostwire… pagando Bethesda per non portare quei giochi su Xbox“, ha detto Spencer.

Quindi, quando abbiamo saputo che anche Starfield avrebbe potuto potenzialmente saltare Xbox, non potevamo rimanere in una posizione come terza console sul mercato in cui eravamo ancora più indietro nella proprietà dei nostri contenuti, quindi abbiamo dovuto assicurarci i contenuti per rimanere nel business“.

Non è chiaro al momento se Sony stesse trattando per avere un’esclusiva temporanea, stipulare un accordo speciale o per rendere il gioco un’esclusiva totale e perpetua. E, ovviamente, non è nemmeno chiaro se i timori di Microsoft fossero fondati o meno.

Quando Microsoft ha acquisito ZeniMax per 7,5 miliardi di dollari ha promesso l’arrivo di alcune esclusive per Xbox e PC. Finora abbiamo visto Redfall, poi toccherà a Starfield e abbiamo appreso che anche il gioco di Indiana Jones uscirà solo su Xbox in ambito console.

Per quanto riguarda Elder Scrolls VI, Phil Spencer non ha confermato se sarà o meno un’esclusiva. “Penso che non siamo stati molto chiari su quali piattaforme verrà lanciato, visto quanto è lontano il gioco“, ha detto Spencer. “È difficile per noi in questo momento dirlo con certezza“. In passato Spencer aveva suggerito che Elder Scrolls VI sarebbe stato un’esclusiva Xbox, ma il gioco è ancora lontano dal debutto, si parla di un’attesa di almeno altri 5 anni. Non è da escludere che arrivi quindi con la prossima generazione di console prevista intorno al 2028.

Nella sua testimonianza, il boss di Xbox ha dipinto Sony come una concorrente aggressiva e ostile. “Ogni volta che facciamo uscire un gioco su PlayStation… Sony cattura il 30 percento delle entrate che facciamo sulla loro piattaforma e poi usano quei soldi insieme alle altre entrate che hanno per cercare di ridurre la sopravvivenza di Xbox sul mercato“, ha affermato Spencer. “Cerchiamo di competere ma, come ho detto, negli ultimi 20 anni non siamo riusciti a farlo in modo efficace“.

Nelle scorse ore la casa di Redmond ha parlato chiaramente di “console war” persa.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *