Altro colpo per l’italiana Alpitronic: anche Ionity userà le sue colonnine hypercharger

Another ICT Guy

Altro colpo per l’italiana Alpitronic: anche Ionity userà le sue colonnine hypercharger

L’italiana Alpitronic, che produce alcune delle colonnine di ricarica più utilizzate sul mercato, nel prossimo futuro potrà contare anche sugli ordini di un importante operatore come Ionity.

Ionity, nata dall’unione di intenti tra Audi, BMW, Ford, Hyundai-Kia, Mercedes-Benz e Porsche, negli anni si è affidati a differenti fornitori, utilizzando colonnine ultra fast di ABB, Tritium e altri. Ora aggiunge anche Alpitronic, come comunicato in un post sulla pagina ufficiale di Linkedin.

Ionity vuole così accelerare lo sviluppo della sua rete di ricarica europea, per arrivare a 1.000 stazioni, con circa 7.000 punti di ricarica entro il 2025. Nel comunicato viene anche citato un modello di colonnina preciso, la HYC400 presentata di recente da Alpitronic, che fa seguito alle note HYC150 e HYC300.

HYC400

Come il nome suggerisce, il nuovo modello può arrivare a 400 kW di potenza erogata, quantità che però, al momento, non può essere accolta da nessuna auto elettrica sul mercato. Sembra che la potenzialità maggiore della nuova colonnina sia poter dividere la potenza su due cavi, fornendo comunque la notevole potenza di 200 kW ad entrambe le auto collegate.

Ionity fa sapere di voler installare le prime colonnine Alpitronic già entro la fine del 2023. Per quanto riguarda il produttore altoatesino, in una veloce chiacchierata durante un evento fieristico, avevamo scoperto che tutta la produzione annuale era già esaurita, visto proprio il gran successo tra i vari gestori. Non sappiamo se l’ordine di Ionity potrà essere evaso grazie ad un aumento della produzione, o grazie ad accordi che partono da lontano, prima del comunicato ufficiale.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *