Aiways in difficoltà finanziarie: il principale investitore avrebbe finito i soldi o perso interesse

Another ICT Guy

Aiways in difficoltà finanziarie: il principale investitore avrebbe finito i soldi o perso interesse

L’avvento della mobilità elettrica ha portato alla nascita di tanti nuovi brand, soprattutto in Cina, dove la battaglia è apertissima. Sono diversi i nomi che si stanno facendo strada in una concorrenza agguerrita, ma c’è quasi sempre un comune denominatore: la difficoltà finanziaria.

Anche in nomi più conosciuti, infatti, come NIO o XPeng, stanno raccogliendo ottimi dati di vendita, ma con conti in rosso a causa di spese fuori controllo. In passato c’è chi non è nemmeno arrivato alla fase di vendita vera e propria, nonostante le ottime premesse, come successo a Byton.

Ora, secondo il magazine cinese Caixin, sarebbe Aiways ad attraversare un momento di seria difficoltà. Il brand è già sbarcato in Europa, Italia compresa, con il SUV U5 e la crossover U6, la cui produzione però è stata bloccata, secondo alcune fonti addirittura già da febbraio.

Questo è quello che riporta Caixin: “I lavoratori di Aiways hanno dichiarato di non aver ricevuto la paga di aprile dopo un pagamento di fine marzo. L’azienda ha chiesto ai dipendenti di pagare i contributi previdenziali a maggio. Secondo una fonte aziendale, Aiways ha circa 1.500 dipendenti. La società ha interrotto la produzione di veicoli nel suo stabilimento di Shangrao, nella provincia di Jiangxi, da febbraio“.

Aiways U6

Mancherebbero i pagamenti anche a diversi fornitori, alcuni dei quali avrebbero già intrapreso azioni legali contro Aiways. Il principale investitore di Aiways è Chen Xuanlin, che di recente ha messo sul piatto diverse centinaia di milioni di dollari per cercare si salvare il precedente investimento, nonostante lo scarso numero di vendite. Qui la ricostruzione si fa più fumosa, e non è chiaro se Xuanlin abbia terminato i fondi a sua disposizione o abbia semplicemente perso interesse nel progetto.

Una fonte vicina all’azienda, contattata da Elektroauto-News.net, ha però corretto il tiro, e minimizzato in parte. Effettivamente l’azienda attraversa un cambio di investitori, ma sembra certo che la cosa possa risolversi in breve tempo per far ripartire la produzione. Alcune attività sono state accorpate ad altre, così da ridurre il numero di uffici.

Restano però i dubbi sulla sostenibilità a lungo termine, se qualcosa non cambierà radicalmente. Nei primi tre mesi dell’anno Aiways ha venduto solo 530 vetture, contro le decine di migliaia dei produttori in cima alle classifiche cinesi. La filiale europea, sempre secondo le fonti aziendali, non sarebbe interessata dalla crisi attuale, ma non si può certo dire che stia contribuendo a far risollevare l’azienda. Secondo i dati del KBA, in Germania, da gennaio a maggio 2023, sono state vendute solo 24 Aiways.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *