Le proposte delle startup italiane al CES 2023 che si occupano di analisi dei dati e IA

Another ICT Guy

Le proposte delle startup italiane al CES 2023 che si occupano di analisi dei dati e IA

Dati, intelligenza artificiale e machine learning vengono sempre più spesso impiegati in sistemi per migliorare le attività aziendali in quasi ogni ambito. Per quanto sia in continua crescita, si tratta ormai di un ambito ormai consolidato e in cui è necessario muoversi rapidamente e con sicurezza. Sono ben 14 le startup italiane al CES che si occupano di intelligenza artificiale e trattamento dei dati. Visto il numero elevato, le abbiamo divise in due gruppi: potete trovare l’altro cliccando qui.

CES 2023 startup

Le startup sono presenti all’Eureka Park del CES, dove sono parte della missione italiana coordinata da Area Science Park e ITA (Italia Trade Agency).

Aindo: dati per l’IA 

Aindo

Si parla molto di intelligenza artificiale, ma resta il problema di come addestrare tali modelli. Aindo propone una propria soluzione che fa leva sull’analisi dei dati delle aziende per crearne poi di nuovi: si chiamano “dati sintetici” e sono visti da molti esperti del campo come una delle migliori soluzioni al problema della carenza di dati su cui effettuare l’addestramento delle IA.

La piattaforma di Aindo consente di integrare diverse sorgenti di dati e di convertirli poi in formati strutturati per l’analisi, con l’annotazione automatica degli stessi che consente di ottenere risultati migliori. A quel punto vengono generati nuovi dati, che hanno un vantaggio ulteriore rispetto a quelli reali: possono infatti essere liberamente venduti, perché non appartengono a nessuna persona (fisica o giuridica) reale.

CES 2023 startup

AISent: l’IA fa il controllo di qualità (e tanto altro)

AISent crea sistemi di intelligenza artificiale per aiutare aziende e altre organizzazioni a migliorare i propri processi produttivi e non solo. L’offerta di AISent include sistemi per effettuare il controllo di qualità dei prodotti, per intervenire durante la produzione per regolare i parametri che portano al prodotto corretto, per selezionare gli oggetti in una linea di smistamento, nonché per stimare tempi di attesa nell’avanzamento di una coda.

I prodotti di AISent sono già usati da molte realtà, tra cui Leonardo, Siemens, gli aeroporti di Bergamo e Roma, ST Microelectronics e Arduino.

SDG Juicer: l’IA per la creazione dei report

SDG Juicer

SDG Juicer è una piattaforma che permette di realizzare in modo semi-automatico dei report SDG (Sustainable Development Goals), elemento sempre più importante nella gestione e comunicazione aziendale. SDG Juicer analizza, grazie all’intelligenza artificiale, documenti e pagine web valutandone la coerenza con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e genera direttamente report e grafici correlati.

Athlos: dall’analisi del linguaggio agli assistenti virtuali

Athlos è specializzata in analisi del linguaggio naturale tramite l’intelligenza artificiale e intorno a questa funzione ha sviluppato diversi servizi di assistenti virtuali. Non si ferma, però, qui: ci sono anche il riconoscimento facciale, la robotica e l’uso dell’IA per la sentiment analysis, ovvero l’analisi del “sentire” da parte dell’utenza rispetto a un’azienda, un prodotto o una tematica.

L’assistente virtuale di Athlos è disponibile in varie versioni: c’è Aika, che consente di elaborare i testi scritti e gli input a voce degli utenti per poi rispondere o intraprendere l’azione più adeguata; Aipa, che è specializzato per l’ambito della Pubblica Amministrazione; Waika, che ripropone le funzionalità di Aika tramite WhatsApp.

The Meter: la tecnologia che aiuta l’architettura e l’ingegneria

In ambito architetturale e ingegneristico, effettuare i rilievi è sempre complesso, perché il rischio di un errore umano è costantemente presente e può pregiudicare poi la correttezza del progetto. The Meter promette di risolvere questo problema con un dispositivo in grado di automatizzare l’intero processo di raccolta delle misurazioni e di renderle disponibili come modello tridimensionale.

Sono due i prodotti finora lanciati dall’azienda: CUBE e CUBEPro, entrambi in grado di effettuare le misure in maniera interamente automatica, ma anche di operare in modalità manuale e di fungere da telemetro e da telemetro continuo (per misure in tempo reale). I dispositivi sono già in vendita e disponibili alla consegna.

Soccerment: la data intelligence applicata al calcio

Anche lo sport è sempre più incentrato sulla raccolta e sull’uso di dati. Soccerment punta a fornire un servizio completo per l’analisi dei dati dei giocatori di calcio, a partire da dispositivi indossabili per arrivare a una piattaforma di analisi per aiutare le squadre a migliorare le proprie prestazioni.

Il prodotto di punta è XSEED PREMIUM, una coppia di parastinchi in grado di rilevare i movimenti del giocatore e di raccogliere dati utili sul suo rendimento. Tali dati vengono poi elaborati usando l’IA. Sono disponibili altre due versioni, chiamate PRO e LITE, e la differenza tra di esse pare risiedere nei materiali con cui sono costruite.

CES 2023 startup

Gemateg: l’IA al servizio del raffreddamento dei data center

Il raffreddamento dei data center è un tema sempre più scottante: con l’incremento delle temperature medie, la necessità di ridurre le emissioni e quella di contenere i costi di esercizio per via del rincaro dell’energia, le aziende si trovano a fare i conti con una situazione difficile da gestire. Gemateg ha presentato DaTEG, un dispositivo che va a ottimizzare il raffreddamento dei server per ridurre il calore emesso e, dunque, i costi.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *