Torma il Ces di Las Vegas, occhi puntati sul metaverso

Another ICT Guy

Torma il Ces di Las Vegas, occhi puntati sul metaverso

(ANSA) – MILANO, 02 GEN – Dopo l’edizione del 2022 accorciata
di un giorno e con le misure di contenimento per la pandemia,
torna dal 5 all’8 gennaio il Consumer Electronic Show di Las
Vegas, la più grande fiera tecnologica al mondo. Sono almeno tre
i filoni che terranno maggiormente banco quest’anno. il primo è
quello del metaverso. In attesa di capire le mosse di Apple e
dei suoi Glass, tra i padiglioni americani dovrebbero essere
mostrati vari prototipi di occhialini intelligenti, tra cui a
marchio Magic Leap, Qualcomm e Vuzix. Meno concorrenza, seppur
presente, nel settore della realtà virtuale, dove Meta la fa da
padrone con i suoi Meta Quest Pro, un prodotto lanciato sul
finire del 2022 e che la taiwanese Htc tenterà di inseguire con
il possibile lancio di un nuovo modello di visori Vive,
destinati sia a uso domestico, per il videogame e
intrattenimento, che aziendale, con app pensate per il lavoro da
remoto e l’assistenza tecnica. Secondo tema da tenere d’occhio è
l’automotive. Stellantis mostrerà il concept Ram 1500 Revolution
Ev in vista del debutto nel 2024 e Sony Honda Mobility toglierà
il velo alla prima automobile con a bordo un sistema di
intrattenimento dotato di PlayStation 5. Ci sarà spazio anche
per le startup, con uno sguardo a quelle italiane, raccolte
all’interno dell’Italian Pavilion di Ita, Italian Trade Agency.
    Durante il Ces ci saranno la European Innovation Night e
l’Italian Investor Night, un’occasione per le realtà italiane di
farsi conoscere dagli investitori internazionali. Infine la casa
connessa: nelle ultime settimane è arrivato sul mercato Matter,
lo standard comune e voluto da giganti come Amazon, Apple e
Google. Al Ces attesi nuovi gadget capaci di supportare il
protocollo così da essere usati dagli assistenti intelligenti in
commercio, liberando il potenziale di un settore cresciuto negli
anni della pandemia e che, per Markets and Markets, raggiungerà
un valore pari a 650 miliardi di dollari entro il 2026. (ANSA).
   

https://www.carlomauri.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *