Ryzen 7 7700X: una immagine e info sul debutto a fine settembre

Another ICT Guy

Ryzen 7 7700X: una immagine e info sul debutto a fine settembre

Il debutto dei nuovi processori AMD Ryzen della serie 7000, basati su architettura Zen 4, si fa ogni giorno più vicino. Il prossimo 29 agosto AMD terrà una presentazione in streaming online durante la quale saranno presentate alcune delle caratteristiche tecniche della propria nuova piattaforma desktop


fonte: baidu.com

E’ apparsa online una immagine di un sample di processore AMD Ryzen 7 7700X, installato su una scheda madre all’interno del nuovo socket AM5: si tratta di un qualification sample e non di una CPU retail, cosa che è deducibile dalla lettera D serigrafata in basso sul processore. Si può notare il cambio di tipologia di socket, che con le nuove CPU diventa di tipo LGA speculare quindi a quello adottato da Intel con i propri processori. Non ci sono più i fori per i pin del processore ma questi sono ora integrati direttamente all’interno del socket del processore e posti a contatto con quest’ultimo

AMD svelerà come detto alcune delle caratteristiche tecniche di questi nuovi processori e delle piattaforme abbinate il 29 agosto, ma la data di commercializzazione ufficiale sarà nel mese di settembre. Inizialmente le indiscrezioni hanno indicato la metà del mese ma sembra che ora questa data possa slittare in avanti di 2 settimane, come indicato in questa notizia.

La motivazione è relativamente semplice: AMD e i partner, in questo modo, avrebbero a disposizione più tempo per ottimizzare il funzionamento della piattaforma prima che questa debutti in commercio. Non dobbiamo dimenticare che quella socket AM5 è una piattaforma completamente nuova e in questi casi, soprattutto viste le novità tecnologiche implementate, non è difficile immaginare che vi sia molto lavoro da fare a livello di ottimizzazione dei bios delle schede madri e di microcodice della CPU.

Un delay di 2 settimane, pertanto, sarebbe in teoria pienamente giustificabile e non segnale di problemi particolari della piattaforma se non la necessità di procedere con le ottimizzazioni a livello di firmware richieste per orchestrare al meglio il funzionamento di tutte le novità architetturali implementate, a partire dal controller PCI Express 5.0.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.