Nothing Phone (1) è ufficiale! Design trasparente per qualcosa di unico e diverso

Another ICT Guy

Nothing Phone (1) è ufficiale! Design trasparente per qualcosa di unico e diverso

Nothing è la startup messa a punto qualche tempo fa da Carl Pei, il fondatore di OnePlus. Dopo la presentazione degli auricolari ear (1), ecco che l’azienda svela al mondo intero il più atteso smartphone del momento: Phone (1). Un device originale nel design ma al passo con i tempi nell’hardware visto che possiede intanto un’innovativa interfaccia denominata Glyph che lo rende trasparente agli occhi degli utenti, una doppia fotocamera con sensori da 50 Megapixel, un sistema operativo Nothing OS, display OLED da 120Hz e un processore potente come lo Snapdragon 778G+ di Qualcomm.

“Abbiamo progettato Phone (1) come un prodotto che saremmo orgogliosi di condividere con amici e familiari”, ha dichiarato Carl Pei, CEO e co-fondatore di Nothing. “Questo semplice principio ci ha aiutato a uscire dai sentieri battuti, a sintonizzarci con il nostro istinto e a creare un’esperienza che speriamo segni l’inizio di un cambiamento in un settore stagnante”.

Nothing Phone (1): ecco com’è fatto

L’interfaccia Glyph con 900 LED

È uno smartphone robusto con materiali premium ma soprattutto è qualcosa di veramente originale almeno a livello estetico. E non parliamo chiaramente della sua forma che in qualche modo forse rimanda molto a quella di un iPhone 13 ma sicuramente del design che Carl Pei ha voluto così diverso dagli altri soprattutto nella cosiddetta interfaccia Glyph che, a detta del suo creatore, rappresenta un nuovo modo di comunicare permettendo di ridurre al minimo il tempo trascorso sullo schermo. Sì, perché al posteriore c’è un esclusivo schema luminoso realizzato da 900 LED che si illuminano in base ad alcune azioni come una chiamata o anche le notifiche delle applicazioni o ancora lo stato della carica e molto altro. Addirittura basterà associare singoli contatti ad una suoneria con un modello Glyph unico di illuminazione per non perdere mai nulla di veramente importante.

E l’interfaccia Glyph sarà utilissima ad esempio con lo smartphone in silezioso perché grazie alla cosiddetta funzione Flip to Glyph sarà possibile attivare le notifiche silenziose che illumineranno solamente la back cover per la massima utilità anche in ambienti dove non è possibile attivare la suoneria.

Tutto questo chiaramente è possibile solo ed esclusivamente grazie ad un retro completamente trasparente con un design veramente unico composto da oltre 400 componenti. C’è un telaio in alluminio riciclato al 100% che non solo lo rende ”green” per quanto possibile ma anche leggero e robusto. Sappiate anche che oltre il 50% dei componenti in plastica sono stati realizzati con materiali bio o riciclati post-consumo. Ed è una percentuale che al momento non si trova in altri brand.

A garantire robustezza c’è anche il vetro Gorilla Glass 5 che viene utilizzato su entrambi i lati mentre per la vibrazione, sottolinea Nothing, che sono stati utilizzati motori avanzati che rendono le risposte al tatto altamente sensibili. Sempre seguendo poi l’estetica sappiate che le cornici sono perfettamente simmetriche e il telaio in alluminio è duraturo nel tempo grazie ad una particolare lavorazione.

Snapdragon 778G+ e display OLED a 120Hz

Le altre specifiche tecniche lo configurano come uno smartphone medio gamma ma che in qualche modo si pone in alto nella graduatoria. Il motivo è semplice: possiede specifiche di rilievo che molti device della concorrenza non hanno. Partiamo ad esempio dal display perché il Phone (1) di Nothing ne possiede uno di tipo OLED da 6,55″ HDR10+ con frequenza di aggiornamento che spinge fino ai 120Hz in modo adattivo per rendere i contenuti più fluidi, più immersivi e chiaramente cercare di consumare il giusto in base proprio all’uso che se ne fa. A livello di potenza ci pensa il processore Qualcomm Snapdragon 778G+ che in questo caso non solo si propone per la massima potenza ed efficienza ma soprattutto è stato realizzato su misura per il Nothing Phone (1) affinché sia possibile usare la ricarica wireless e ricarica inversa, cosa che con altri device con questo chip non è possibile fare.

NOTHING Phone (1)
OS (al lancio) Android 12 con Nothing OS
Processore Qualcomm Snapdragon 778G+ Octa-Core a 2.5GHz
RAM 8/12 GB
Display OLED 6.55″ Full HD+ – Gorilla Glass 5
Risoluzione 2400×1080 px
Storage (al lancio) 128/256 GB LPDDR5
Fotocamera Posteriore

Dual Camera:
Principale 50MP (Sony IMX766 – f/1.88) OIS + EIS
Grandangolare 50MP (Samsung JN1 – f/2.2) EIS
Video 4K UHD @30fps
Video 1080p. @30/60fps

Fotocamera Anteriore 16MP (Sony IMX471 – f/2.45)
Video 1080p. @30fps
Extra

5G Dual Mode (NSA & SA) 4×4 MIMO
NFC
Sensore impronte digitali sotto al display
Sensore di riconoscimento facciale
Certificazione IP-53

Porte USB Type-C
Batteria 4.500 mAh + Ricarica rapida + Ricarica Wireless
Dimensioni 159.2 x 75.8 x 8.3 mm
Peso 193.5 gr

E parlando di ricarica rapida sappiate che Nothing Phone (1) possiede una batteria da 4.500 mAh che permettono di fare almeno 18 ore di utilizzo, secondo i dati dell’azienda, e due giorni in standby. Quello che interessa però sono i tempi di ricarica perché Phone (1) permette di avere il 50% di batteria in soli 30 minuti permettendo anche di alimentare altri device come gli auricolari ear (1) con potenza a 5W. La ricarica invece wireless permette di erogare fino a 15W con il supporto a qualsiasi caricatore standard di tipo Qi.

Oltre a questo chiaramente è supportata la rete veloce 5G ma soprattutto è stata inserita una Modalità Game Mode capace di adattare con precisione il suono alla grafica e ridurre al minimo le notifiche quando si gioca per la massima ”gaming experience” che sia coinvolgente e immersiva.

Dual Camera da 50 Megapixel con OIS

Non si può presentare uno smartphone senza che ci si interroghi sul suo comparto fotografico divenuto oggi fondamentale. Qui Nothing con Phone (1) fa una cosa un po’ diversa dagli altri e propone un comparto fotografico a due sensori che però sono due sensori di qualità. Sì, perché lo smartphone prevede una dual camera con sensori entrambi da 50 Megapixel di cui quello principale è l’ormai famoso Sony IMX766, usato già da altri brand nei loro device. È un sensore di qualità con apertura wide da f/1.8, doppia stabilizzazione dell’immagine (OIS+EIS) e video a colori a 10 bit.

Il secondo è sempre un sensore da 50 Megapixel Ultra Wide di Samsung (JN1) che permette di avere f/2.2, stabilizzazione elettronica e un angolo di ripresa a 114°. Vedremo in fase di recensione quale sarà il vero valore di questo comparto fotografico ma intanto sappiate che Nothing propone alcune funzioni utili oltre che divertenti come la ”Modalità Notte” o anche il ”Rilevamento Scena”. Oltretutto utilizzando al massimo i 900 LED della back cover in fase di scatto è possibile avere una fonte importante di luce per permettere di riprendere anche in situazioni di buio come se si avesse una ring light.

Nothing OS è il raffinato sistema operativo

E poi c’è il sistema operativo ossia il Nothing OS che chiaramente si basa su Android ma che qui, come accaduto con OnePlus, risulta completamente ”liscio” ossia senza bloatware per un’esperienza davvero fluida. In questo caso Nothing ha cercato di realizzare un sistema operativo che fosse un tutt’uno con l’hardware in modo tale che ci fosse un unico linguaggio visivo con widget, font ma anche suoni e sfondi personalizzati che sono stati completamente progettati per renderli unici per il Phone (1). Su Nothing OS sarà possibile controllare tutte le app e i prodotti di terze parti direttamente dalle impostazioni rapide dello smartphone come se fossero predefinite.

Non solo perché secondo gli ingegneri, la potenza del Nothing Phone (1) viene sprigionata quando è necessario e dove è necessario grazie ad un software intelligente che apprende dall’uso quotidiano dello smartphone quali sono le app più usate e dunque quelle preferite. E proprio queste si caricheranno più velocemente mentre le altre verranno congelate per preservare la batteria. E poi, unico al mondo, Nothing Phone (1) guarda gli NFT permettendo agli utenti di tenere traccia dei floor price direttamente nella schermata iniziale del device con la Galleria NFT.

Nothing Phone (1): prezzi e disponibilità

Il nuovo Nothing Phone (1) sarà disponibile in una doppia colorazione: bianca o nera. Saranno disponibili fino a 3 diverse versioni di Phone (1) che vedranno 8 o 12GB di RAM ma anche 128 o 256GB di storage interno. Le vendite inizieranno il prossimo 21 luglio dalle ore 8 in oltre 40 paesi in tutto il mondo, tra cui appunto l’Italia, direttamente sul sito ufficiale nothing.tech a questa pagina o anche presso una selezione di partner ufficiali.

In Italia sarà possibile acquistare Nothing Phone (1) su Amazon.it ma anche presso gli store di WindTre (in questo caso solo il modello 8+256GB sia bianco che nero a rate a partire da 4,99€ al mese o anche in una soluzione unica).

Nothing Phone (1) costerà:

  • Nothing Phone (1) da 8+128GB solo versione Nera a 499€
  • Nothing Phone (1) da 8+256GB versione Nera e Bianca a 529€
  • Nothing Phone (1) da 12+256GB (nei prossimi mesi) versione Nera e Bianca a 579€

Per ulteriori informazioni su Nothing Phone (1) è possibile andare sul sito ufficiale nothing.tech a questa pagina.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.