Apple Pay nel mirino della Commissione Europea: arriva la comunicazione ufficiale

Another ICT Guy

Apple Pay nel mirino della Commissione Europea: arriva la comunicazione ufficiale

Dopo le indiscrezioni della scorsa settimana, arriva l’ufficialità: la Commissione Europea ha informato Apple di aver ravvisato abuso di posizione dominante per quanto riguarda i “mercati dei portafogli mobile” su dispositivi iOS, in particolare con la limitazione all’accesso della tecnologia NFC per i pagamenti contactless.

La Commissione contesta, nello specifico, la decisione di Apple di impedire agli sviluppatori di app di pagamenti mobile di poter accedere agli strumenti hardware e software necessari sui propri dispositivi, a vantaggio della soluzione proprietaria Apple Pay.

“I pagamenti mobili svolgono un ruolo in rapida crescita nella nostra economia digitale. È importante per l’integrazione dei mercati dei pagamenti europei che i consumatori beneficino di un panorama dei pagamenti competitivo e innovativo. Abbiamo indicazioni che Apple abbia limitato l’accesso di terze parti alla tecnologia chiave necessaria per sviluppare soluzioni di portafoglio mobile rivali sui dispositivi Apple. Nella nostra comunicazione degli addebiti, abbiamo preliminarmente rilevato che Apple potrebbe aver limitato la concorrenza, a vantaggio della propria soluzione Apple Pay. Se confermato, tale condotta sarebbe illegale secondo le nostre regole di concorrenza” ha dichiarato Margrethe Vestager, Commissario Europeo per la Concorrenza.

Apple Pay è l’unica soluzione mobile wallet che può accedere alle risorse NFC su iPhone/iOS. La Mela non rende disponibile l’accesso a sviluppatori terzi e ciò, secondo la Commissione, rappresenta una limitazione della concorrenza in violazione dell’articolo 102 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea che vieta l’abuso di posizione dominante sul mercato.

La comunicazione inviata oggi dalla Commissione Europea ad Apple rappresenta un passaggio formale nelle indagini della Commissione avviate il 16 giugno 2020. Con questo atto la Commissione informa per iscritto le parti interessate delle obiezioni mosse nei loro confronti, che possono rispondere per iscritto e chiedere un’audizione per presentare le proprie osservazioni dinnanzi ai rappresentanti della Commissione.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.