In scala diversa. Luigi Ghirri, Italia in Miniatura e nuove prospettive. Anche Reggio Emilia rende omaggio al fotografo

Another ICT Guy

In scala diversa. Luigi Ghirri, Italia in Miniatura e nuove prospettive. Anche Reggio Emilia rende omaggio al fotografo

Questo 2022, in cui ricorre il trentesimo anno dalla scomparsa, offre molte occasioni per riscoprire uno dei grandi maestri della fotografia italiana, Luigi Ghirri (Scandiano 1943 – Reggio Emilia 1992),. Dopo la mostra dedicata ai suoi lavori a Jesi, da questa sera anche la sua Reggio Emilia gli rende onore, con una mostra dal titolo “In scala diversa. Luigi Ghirri, Italia in Miniatura e nuove prospettive”.

L’esposizione costituisce un nuovo e atteso appuntamento di Vedere Oltre, il ricco calendario di eventi e iniziative promosse nel trentesimo anniversario della scomparsa di Ghirri. La mostra è curata dal fotografo, docente e saggista Joan Fontcuberta assieme a Matteo Guidi e Ilaria Campioli e nella cornice della sezione di fotografia di Palazzo dei Musei di Reggio Emilia ricorda l’artista, riunendo per la prima volta le fotografie che realizzò nel contesto del parco tematico di Italia in miniatura.

Italia in Miniatura è un parco tematico fondato nel 1970 a Rimini, per la precisione a Viserbella, ed entrato subito nell’immaginario collettivo del nostro Paese: in questi oltre cinquant’anni di attività è stato visitato da milioni di persone. Tra esse anche Luigi Ghirri, che ne rimase affacinato e che lo visitò a più riprese, scattando fotografie (complessivamente oltre 220 fra negativi, positivi e internegativi conservati presso la Fototeca della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia) in questo ambiente in cui sono riprodotte le miniature dei capolavori artistico-architettonici e paesaggistici italiani.

Tra esse Ghirri ritrovò molte delle questioni concettuali ed estetiche su cui era al lavoro in quegli anni: l’illusione e il trompe-l’oeil, la distanza fra la realtà e la sua rappresentazione, la comparsa di una natura artificiale, il consumo della realtà turisticizzata, lo sguardo dello spettatore e la sua voracità scopica e, soprattutto, i paradossi derivanti dai processi di riduzione in scala.

Della serie citata, la mostra espone sia numerosi vintage provenienti dall’Archivio Eredi Luigi Ghirri, sia una selezione di immagini, in gran parte inedite, provenienti dall’archivio della Fototeca della Biblioteca Panizzi. Le fotografie di Ghirri sono presentate per la prima volta in dialogo con una selezione di materiali provenienti dall’archivio del parco Italia in Miniatura, uno straordinario archivio composto da migliaia di documenti (mappe, disegni, appunti, schizzi, cartoline, ritagli di giornale, planimetrie, aerofotografie) raccolti e prodotti alla fine degli anni Sessanta dal suo fondatore, il ravennate Ivo Rambaldi (1920-1993), quali riferimenti per la costruzione dei plastici.

In scala diversa. Luigi Ghirri, Italia in Miniatura e nuove prospettive

Informazioni e orari di visita

REGGIO EMILIA, Palazzo dei Musei
29 aprile 2022 – 8 gennaio 2023
ingresso libero
www.musei.re.it 

Giornate inaugurali

venerdì 29 aprile › 19-23
sabato 30 aprile › 10-23
domenica 1 maggio › 10-20

Da lunedì 2 maggio la mostra seguirà gli orari di visita di Palazzo dei Musei:

martedì, mercoledì, giovedì 10-13
venerdì, sabato, domenica e festivi 10-18
lunedì chiuso

Giovane Fotografia Italiana – Premio Luigi Ghirri

A Reggio Emilia dal 29 aprile al 12 giugno 2022, ai Chiostri di San Domenico si svolge anche la IX edizione di Giovane Fotografia Italiana,l’open call promossa dal Comune di Reggio Emilia e dedicata alla valorizzazione e promozione dei migliori artisti e artiste della fotografia contemporanea under 35 in Italia.

In occasione di Vedere Oltre, il Trentennale della scomparsa di Luigi Ghirri, e grazie alla collaborazione con gli Eredi Luigi Ghirri, la IX edizione vede l’intitolazione permanente del Premio al grande maestro della fotografia. Domenica 1° maggio 2022, alle ore 12.00 nel complesso monumentale di San Domenico, nella cornice del Festival Fotografia Europea,verrà annunciato il vincitore, tra i sette artisti italiani selezionati da una giuria internazionale – Marcello Coslovi, Chiara Ernandes, Claudia Fuggetti, Caterina Morigi, Giulia Parlato, Riccardo Svelto e Giulia Vanelli – che si aggiudicherà un premio del valore di quattromila euro. Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.