Return to Monkey Island avrà una modalità di gioco facilitata

Another ICT Guy

Return to Monkey Island avrà una modalità di gioco facilitata

Qualche settimana fa i giocatori di vecchia data sono rimasti stupiti dall’annuncio a sorpresa di Return to Monkey Island. Quello che sarà il quinto (se si considerano tutti i giochi LucasArts) o il terzo (contando solo quelli diretti da Ron Gilbert, il creatore di Monkey Island) della serie con Guybrush Threepwood quasi sicuramente sarà un gioco tosto, come lo è stato Thimbleweed Park, il precedente titolo di Gilbert.

Return to Monkey Island con la easy mode

Al punto che lo stesso Ron Gilbert sta pensando a una modalità di gioco facilitata per la sua nuova avventura grafica. “Una cosa che i giocatori vogliono tantissimo nei giochi moderni sono i sistemi di suggerimento integrati” ha detto Gilbert in un’intervista ad Ars Technica. “Se i giocatori non trovano un sistema di suggerimento vanno sul web e leggono una soluzione”.

Monkey Island

Questo naturalmente può valere per qualsiasi tipo di gioco, ma a maggior ragione vale per un’avventura grafica punta e clicca, dove si possono facilmente superare gli ostacoli ricorrendo alle soluzioni. “Nei primi capitoli The Secret of Monkey Island e Monkey Island: LeChuck’s Revenge abbiamo messo molti puzzle per la risoluzione dei quali i giocatori non trovavano indizi da nessuna parte. Questo genere di cose oggi non funzionerebbe e la gente andrebbe direttamente al sistema di suggerimento integrato”.

Quando uscirono i primi due Monkey Island i giocatori non avevano la fretta che hanno oggi di completare i giochi. C’era un’offerta di intrattenimento nettamente più inconsistente e questo consentiva di assaporarsi i giochi in una maniera che oggi, semplicemente, non esiste più. Un Monkey Island poteva per questo essere completato anche in mesi, mentre oggi lo si completerebbe in pochi giorni o, addirittura, ore.

Tuttavia, Gilbert e il suo collaboratore Dave Grossman si assicureranno che l’inclusione di questo nuovo sistema di suggerimenti non sminuisca il gameplay. Avrà un senso “nel mondo” del gioco e si presenterà agli utenti come un qualcosa che è “più di una semplice procedura dettagliata”.

Ci sarà anche una modalità “facile” come quella di Monkey Island 2 o del terzo capitolo La maledizione di Monkey Island. Questa sarà indirizzata “ai giocatori che per la prima volta giocano un’avventura grafica, o non giocano a giochi di avventura da molto tempo, o forse hanno vite e figli ora” ha detto ancora Gilbert. “Possono giocare in modalità casual, che consiste in una grande semplificazione degli enigmi. Questo è il nostro modo per convincere le persone a giocare a un gioco punta e clicca se non l’hanno fatto prima”.

All’inizio di questo mese, Gilbert e Grossman hanno inoltre rivelato che Return to Monkey Island inizierà dove è finito LeChuck’s Revenge, in un parco di divertimenti. Per accompagnare questa notizia, il duo ha anche condiviso alcuni nuovi screenshot che anticipano come sarà la grafica del nuovo Monkey Island (decisamente ispirata da Day of the Tentacle).

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.