L’eclissi solare su Marte catturata in video dal rover NASA Perseverance

Another ICT Guy

L’eclissi solare su Marte catturata in video dal rover NASA Perseverance

Solamente ieri abbiamo scritto del 26° volo di NASA Ingenuity sul Pianeta Rosso, ma il drone non è l’unica parte della missione Mars 2020, anzi la più importante rimane NASA Perseverance. Mentre il rover statunitense sta iniziando l’esplorazione del delta del fiume che un tempo riempiva il cratere Jezero, ha avuto anche modo di riprendere un’eclissi solare su Marte.

Anche il Pianeta Rosso ha infatti due lune, chiamate Phobos e Deimos, che sono molto diverse dalla “nostra” Luna. Le loro dimensioni sono minori, la massa è inferiore e anche la forma è decisamente meno sferica. Questo però non significa che non possano generare un fenomeno simile a quello che avviene sulla Terra grazie alla posizione relativa dei vari corpi celesti. Un’occasione unica per NASA Perseverance da riprendere con le sue potenti fotocamere.

NASA Perseverance registra l’eclissi solare di Phobos, la luna di Marte

Il video in alta risoluzione è stato rilasciato in queste ore a partire dalle immagini catturate dalla fotocamera Mastcam-Z (che si trova sulla “testa” del rover). In particolare si può vedere il satellite naturale Phobos passare davanti al disco solare coprendolo parzialmente. A differenza di quanto avviene sulla Terra, dove la Luna riesce a coprire buona parte del disco solare, qui la differenza di dimensioni non permette lo stesso effetto (Phobos è 157 volte più piccolo).

eclissi solare marte

Un esempio di immagine RAW non processata

Oltre all’effetto scenico, l’eclissi solare consente ai ricercatori di conoscere gli effetti gravitazionali che le lune di Marte esercitano sulla superficie del pianeta. Questo potrebbe modellare in maniera unica sia la crosta che il mantello del Pianeta Rosso.

Le immagini RAW sono disponibili sul database dove vengono caricate le fotografie della missione. Per cercarle basterà selezionare “Mastcam-Z” e il sol 397 (che corrisponde al 2 aprile). Secondo quanto riportato, l’eclissi solare è durata poco più di 40″, ossia molto meno di quanto avviene sulla Terra.

Questo fenomeno non è la prima volta che viene ripreso su Marte. In passato sono stati utilizzati i rover Spirit, Opportunity e Curiosity per catturare un time-lapse del passaggio di Phobos. Mastcam-Z (dove la “z” significa “zoom”) però permette una capacità di ripresa decisamente superiore grazie alle caratteristiche migliori. Le caratteristiche delle fotocamere riportano l’utilizzo di sensori Kodak TrueSense KAI-2020 CM con risoluzione di 1600 x 1200 pixel e pixel da 7,4 micron. Per salvare le immagini sono presenti, in ogni fotocamera, 256 MB di RAM e 8 GB di spazio di storage. Le due fotocamere sono posizionate a circa 2 metri d’altezza e distanziate di 24,2 cm. Il sistema ottico ha due sezioni con una che va da 28 mm a 50 mm e una che va da 50 mm a 100 mm. Lo zoom utilizza un’apertura del diaframma pari a f/10.

mastcam-z

Gli scienziati hanno prima visto le immagini a bassa risoluzione dove già si poteva intravedere il potenziale della ripresa. Ma è stato con le immagini ad alta risoluzione che è stato possibile apprezzare in pieno il dettaglio dell’eclissi solare dovuta al passaggio di Phobos. Rachel Howson (operatrice delle Mastcam-Z) ha dichiarato “sembra un compleanno o una vacanza quando arrivano. Sai cosa sta arrivando, ma c’è ancora un elemento di sorpresa quando vedi il prodotto finale”.

Grazie a un filtro è stato possibile ridurre l’intensità della luce del Sole così da ottenere fotografie migliori e non danneggiare i sensori. La qualità è così alta che possono distinguersi anche alcune macchie solari sulla superficie della nostra stella. Come ultima nota, la NASA ha ricordato che Phobos tra alcuni milioni di anni si disintegrerà mentre si avvicinerà a Marte. Questo potrebbe creare una sorta di anello intorno al Pianeta Rosso che potrebbe risultare ancora più spettacolare.

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.