EK Water Blocks ‘fa acqua’ da tutte le parti: vendite in calo, licenziamenti massicci

Another ICT Guy

EK Water Blocks ‘fa acqua’ da tutte le parti: vendite in calo, licenziamenti massicci

EK Water Blocks (EKWB), l’azienda slovena che realizza soluzioni di raffreddamento, ha tagliato il 25% dei dipendenti per rispondere a un netto calo delle vendite. Secondo quanto riportato da Techpowerup (citando media sloveni), si parla di più di 60 persone lasciate a casa sulle oltre 200 che ne componevano l’organico fino a poco tempo fa.

La stampa locale segnala che EKWB ha registrato cali delle vendite trimestrali fino al 20% a partire dall’ottobre dello scorso anno. Attualmente l’azienda vede il suo giro d’affari concentrarsi maggiormente in Europa e in Nord America, con una quota praticamente divisa a metà, mentre l’area asiatica la vede poco presente.


I dipendenti di EK Water Blocks

EKWB ha addebitato questi cali alla pandemia e al suo impatto economico, all’aumento dei prezzi dell’hardware e il sempre minor ricorso da parte dei consumatori ai dissipatori a liquido custom – il focus di EKWB – per raffreddare i loro sistemi. L’impatto della guerra in Ucraina, inoltre, ha causato carenza di materie prime per i produttori europei. Ma non è tutto.

Matjaž Krč (CEO di EKWB) ha incolpato anche l’impatto sociologico del COVID-19, in particolare i periodi tra le ondate pandemiche che inducono le persone – comprensibilmente – a viaggiare e a godersi la vita all’aria aperta al posto che stare a casa in compagnia del proprio PC gaming.

Va detto che EKWB ha visto crescere il proprio giro d’affari costante negli ultimi cinque anni, compresi i trimestri pandemici fino al quarto trimestre dello scorso anno. L’azienda è stata premiata dalla Camera di Commercio slovena per la sua crescita costante e nel 2021 ha assunto 64 nuovi dipendenti pensando di essere entrata in una fase espansiva.

Interrogata in merito da Techpowerup, EKWB ha spiegato di aver ravvisato una contrazione degli acquisti da parte dei consumatori “durante il primo trimestre del 2022 […] in risposta agli eventi globali. Nonostante la previsione di una riduzione della domanda in UE e Stati Uniti, l’inizio dei conflitti in Ucraina ha portato le vendite a scendere al di sotto di queste aspettative“.

“In risposta a questi trend che indicavano una moderata disponibilità a spendere, EK sta prendendo le prime precauzioni per ottimizzare le nostre operazioni in Slovenia. Purtroppo ciò ha comportato una riduzione del numero dei dipendenti di circa il 25%. Sono stati inoltre avviati ulteriori piani che vedranno EK entrare in nuovi mercati geografici e canali di vendita con prodotti ancora più innovativi”.

Il taglio dei posti di lavoro ha coinvolto “quasi proporzionalmente in ogni reparto”, ha spiegato EKWB sottolineando, tuttavia, l’importanza della ricerca e sviluppo per il suo futuro.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.