The Witcher 3 next-gen rimandato ‘fino a nuovo avviso’: ennesimo ritardo per l’upgrade gratuito

Another ICT Guy

The Witcher 3 next-gen rimandato ‘fino a nuovo avviso’: ennesimo ritardo per l’upgrade gratuito

Rimandata fino a nuovo avviso“. È con queste parole che CD Projekt RED (CDPR) ha annunciato l’ennesimo ritardo dell’aggiornamento next-gen di The Witcher 3: Wild Hunt. Inizialmente la software house polacca puntava a un’uscita nel tardo 2021, ma poi spostò la data al Q2 2022. Ora non è chiaro quando l’update gratuito approderà su PS5, Xbox Series X/S e PC per tutti coloro hanno acquistato il gioco sulle console di precedente generazione o su PC.

Abbiamo deciso che sia il nostro team di sviluppo interno a condurre il lavoro rimanente sulla versione di nuova generazione di The Witcher 3: Wild Hunt”, ha dichiarato CDPR tramite l’account Twitter di The Witcher. “Stiamo attualmente valutando la portata del lavoro da svolgere e quindi dobbiamo posticipare il rilascio del secondo trimestre fino a nuovo avviso”. La decisione è stata caldeggiata “dai responsabili dello sviluppo”, riporta una nota per gli investitori.

Secondo i ben informati a occuparsi dell’update gratuito, forte di novità come un comparto grafico rinnovato, tempi di caricamento più rapidi e il supporto al ray tracing, è stata finora la divisione russa di Saber Interactive. Viene quindi facile pensare che questo cambio della guardia possa ricollegarsi alla guerra e alla scelta del mondo occidentale di tagliare i ponti con la Russia. Finora né CDPR né Saber Interactive hanno confermato. 

La notizia giunge a poco tempo dall’annuncio di un nuovo capitolo di The Witcher e il passaggio al motore di gioco Unreal Engine 5 di Epic Games.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.