La NASA vuole provare il sistema di lancio di SpinLaunch, il test sarà entro fine 2022

Another ICT Guy

La NASA vuole provare il sistema di lancio di SpinLaunch, il test sarà entro fine 2022

La NASA è sempre alla ricerca di nuovi metodi per lanciare carichi utili permettendo così di diversificare le proprie possibilità di mettere in orbita satelliti o sistemi di test suborbitali consentendo anche una riduzione dei costi. Per questo ha affidato missioni (di costo relativamente contenuto) a startup di vario tipo. Tra le ultime novità arriva l’annuncio che l’agenzia spaziale proverà il sistema suborbitale di SpinLaunch.

spinlaunch

Questa realtà, nata da pochissimo tempo ha fatto scalpore per via dell’approccio “particolare” per lanciare carichi utili. Anziché impiegare un vettore a più stati con lancio in verticale oppure sganciare razzi spaziali da aeroplani (come Virgin Orbit) si sfrutta un sistema centrifugo con un dardo che dovrebbe consentire di ridurre i costi e aumentare la cadenza di lancio. Un sistema potenzialmente rivoluzionario (per le prove suborbitali) ma ancora da sperimentare a fondo.

SpinLaunch e la NASA pronte a collaborare per un lancio di prova

Secondo quanto riportato, la NASA ha firmato un accordo per lanciare un carico utile utilizzando un sistema suborbitale di SpinLaunch. Il lancio potrebbe avvenire entro la fine del 2022 secondo le dichiarazioni della società. Il carico utile sarà poi riconsegnato alla NASA per le analisi con i dati che verranno condivisi anche con la società.

spinlaunch

Jonathan Yaney (CEO della società) ha dichiarato in merito “SpinLaunch offre un servizio di volo suborbitale e test ad alta velocità unico e il recente accordo di lancio con la NASA segna un punto di svolta chiave poiché SpinLaunch sposta l’attenzione dallo sviluppo tecnologico alle offerte commerciali. Quella che era iniziata come un’idea innovativa per rendere lo Spazio più accessibile si è concretizzata in un approccio al lancio tecnicamente maturo e rivoluzionario. Non vediamo l’ora di annunciare presto altri partner e clienti e apprezziamo molto il continuo interesse e supporto della NASA per SpinLaunch”.

L’accordo è inserito all’interno dello Space Act Agreement facente parte del Flight Opportunities Program della NASA. Questo è un approccio per provare nuove tecnologie, come scritto in apertura. Inoltre questo programma permette anche la crescita di società private specializzate nei lanci spaziali.

spinlaunch

Come scritto in apertura, attualmente il sistema di SpinLaunch è ancora in forma prototipale e non sappiamo se effettivamente potrà trovare posto sul mercato. Anche la soluzione tecnica è complessa e dovrà affrontare più incognite rispetto al lancio di razzi convenzionali (che non è comunque semplice). Il sistema prevede di accelerare un dardo in fibra di carbonio contenente il carico utile, fissato a una braccio rotante, fino a 1400 km/h in una camera (da 91 metri di diametro) dove è stato ottenuto il vuoto. Dopo che il dardo è arrivato nella stratosfera ci sarà uno stadio con propellente (dal costo e complessità ridotta) per proseguire il viaggio.

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.