Dal 30 giugno il POS diventa veramente obbligatorio, e l’obbligo di emettere fattura elettronica è esteso ai forfettari

Another ICT Guy

Dal 30 giugno il POS diventa veramente obbligatorio, e l’obbligo di emettere fattura elettronica è esteso ai forfettari

A partire dal 30 giugno in Italia sarà veramente effettivo per i negozianti l’obbligo di POS. Un obbligo che sulla carta esiste già da anni ma che, non esistendo sanzioni, non è rispettato da tutti. A metà anno, però, si cambia registro grazie al nuovo decreto PNRR2 varato dal Consiglio dei Ministri, che anticipa di 6 mesi la misura, che inizialmente sarebbe dovuta scattare solo dal 1° gennaio 2023. 

mastercard-intesa-tap-on-phone

Cosa cambia per gli esercenti?

Per chi è già dotato di POS e consente ai clienti di pagare con bancomat o carta di credito, non ci saranno differenze. Gli esercenti che invece fino a ora si sono dimostrati restii ai pagamenti elettronici, dovranno adeguarsi: se infatti dovessero rifiutare un pagamento tramite carte, rischierebbero una multa di 30 euro, al quale va aggiunto il 4% della transazione negata. Per fare un esempio pratico, su un acquisto da 100 euro, la multa complessiva sarebbe di 34 euro. 

Se la misura è molto apprezzata dai cittadini, che finalmente non si vedranno più respinte transazioni con la carta, lo stesso non si può dire di molti esercenti, che proprio non amano l’idea di dotarsi di POS, e delle associazioni di categoria. Secondo Oscar Fusini, direttore di Ascom Confcommercio, “la diffusione dei pagamenti elettronici va perseguita mettendo in campo scelte decise di abbattimento delle commissioni e dei costi a carico di consumatori e imprese, a partire dal potenziamento dello strumento del credito d’imposta sulle commissioni pagate dall’esercente e prevedendo la gratuità dei cosiddetti micropagamenti. Puntare asimmetricamente sulle sanzioni non giova ai processi di modernizzazione del sistema dei pagamenti, peraltro già in pieno sviluppo”.

Una critica a nostro avviso poco convincente, se consideriamo che oggi i negozianti hanno la possibilità di scegliere fra differenti soluzioni per il POS, alcune delle quali non prevedono alcuna commissione

obbligo fattura elettronica

Fattura elettronica: dal 1° luglio obbligo esteso anche ai forfettari

L’obbligo di emettere fattura elettronica è in vigore già da qualche anno ma a oggi alcune categorie erano escluse, fra queste chi aderisce al regime forfettario. Dal 1° luglio 2022, anche i forfettari però dovranno attrezzarsi e iniziare a emettere fatture elettroniche. Non tutti, però, ma solo per chi fattura cifre superiori ai 25.000 euro annuali. Chi è al di sotto di questa soglia, può ancora affidarsi alle fatture tradizionali. 

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.