vivo V23 5G: il perfetto ‘smartphone da fiera’?

Another ICT Guy

vivo V23 5G: il perfetto ‘smartphone da fiera’?

Nella nostra vita quotidiana di giornalisti tecnologici ci capita spesso di mettere alla prova alcuni dispositivi per i compiti ‘lavorativi’ e saggiarne così l’efficacia in contesti particolari. In passato, ad esempio, avveniva spesso con le fotocamere e le videocamere, sfruttate per foto e riprese sia in studio, sia durante eventi speciali, come le fiere. Oggi, una classe di dispositivi che abbiamo sempre con noi è quella degli smartphone.

vivo V23 5G smartphone da fiera recensione

A volte alcuni smartphone hanno delle insospettabili capacità che li possono rendere perfetti strumenti lavorativi e, al suo arrivo in redazione per la recensione, il nuovo vivo V23 5G si è subito candidato al compito. Infatti, nonostante l’estetica sbarazzina basata su una cover posteriore che cambia colore alla luce del sole, vivo V23 5G è un smartphone molto concreto, che può diventare un potente mezzo di ripresa video.

vivo V23 5G: ‘Muletto da fiera’? Ecco le nostre considerazioni in video

[HWUVIDEO=”3237″]vivo V23 5G: il nostro nuovo telefono da fiera?[/HWUVIDEO]

Piattaforma hardware equilibrata e fotocamera 50 megapixel 4K all’anteriore

La piattaforma hardware basata su SoC Dimensity 920 (MediaTek MTK6877) permette da un lato all’interfaccia Funtouch OS 12, basata su Android 12, di girare in modo fluido, dall’altro di sfruttare al meglio i 4.200 mAh della batteria per arrivare a fine giornata con consumi energetici abbastanza ridotti.

vivo V23 5G smartphone da fiera recensione funtouch OS 12

vivo V23 5G
OS (al lancio) Android 12 con Funtouch OS 12
Processore MediaTek Dimensity 920 Octa-Core a 2,5GHz
RAM 12 GB
Display AMOLED 6,44″ FHD+ 90 Hz
Risoluzione 2400×1080 pixel
Storage (al lancio) 256GB
Fotocamera Posteriore

Tripla Camera:
Principale 64MP (25mm – f/1.89) PDAF +
Grandangolare 8MP (16mm – 120° – f/2.2) +
Super Macro 2MP (24mm – f/2.4) 4 cm
Video 4K UHD @30fps

Fotocamera Anteriore

50MP (23mm – f/2.0 – PDAF) S5KJNV +
Grandangolare (18mm – 105° – f/2.28)
Video 4K UHD @30fps
Dual-Tone Spotlight

Extra

5G – Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/ax, dual-band
NFC
Sensore impronte digitali sotto il display

Porte USB Type-C
Batteria 4.200 mAh + Ricarica rapida FlashCharge 44W
Dimensioni 157,20 x 72,42 x 7,39 (7,55) mm
Peso 179 (181) grammi

La piattaforma integra un modem 5G, offre supporto Dual SIM ed entrambi gli slot supportano le reti 5G NSA e SA: in questo modo anche in mobilità è possibile sfruttare la rete al meglio. Capita infatti spesso, quando siamo in giro per fiere, di dover caricare video e immagini con file anche pesanti, senza poter contare sulle reti Wi-Fi.

Proprio parlando di foto e video introduciamo il motivo per cui questo vivo V23 5G è risultato interessante come ‘muletto da fiera‘. In particolare è la fotocamera anteriore da 50 megapixel, che registra video 4K 30p, unita alla presenza del sistema di illuminazione a LED Dual-Tone Spotlight a rappresentare il punto di forza di questo terminale. Questo comparto tecnico rende il telefono perfetto per i nostri reportage in fiera, risolvendo in un colpo tutta una serie di problemi che emergono nelle riprese sul campo. Uno dei problemi del girare video con lo smartphone è, infatti, la forte differenza di qualità che spesso caratterizza la fotocamera posteriore e quella anteriore. Molte volte si possono registrare video 4K con quella posteriore principale, ma passando a quella anteriore, per introduzioni e conclusioni, si abbassano sia la risoluzione, sia la qualità.

vivo V23 5G smartphone da fiera recensione

In questo caso addirittura è la fotocamera anteriore quella più curata, con un sensore Samsung S5KJNV dotato di messa a fuoco a rilevazione di fase PDAF. Non solo, nei contesti in cui ci troviamo a girare video spesso i prodotti sono illuminati, mentre il resto dello stand o del luogo della presentazione è più buio, con il risultato di avere le immagini della persona che parla molto scure.

vivo V23 5G smartphone da fiera recensione dual tone spotlight OFFvivo V23 5G smartphone da fiera recensione dual tone spotlight ON

La differenza accedendo i LED frontali al buio è evidente

Qui entra in gioco il sistema di illuminazione a LED Dual-Tone Spotlight. Già su vivo V21 avevamo visto i micro LED integrati nella cornice ai lati della fotocamera anteriore, ma in questa nuova versione del sistema i LED raddoppiano e diventano 4: due con tonalità fredda e due con tonalità calda. In questo modo è possibile accordare il bilanciamento del bianco delle riprese al volto a quelle dell’ambiente o alla carnagione della persona. La luce è decisamente efficace, come mostrano le due foto qui sopra.

vivo V23 5G smartphone da fiera recensione dual tone spotlight

Interessante poi la possibilità di registrare video in modalità Doppia Visualizzazione che inserisce in un riquadro Picture-in-Picture le immagini riprese dalla seconda fotocamera. È possibile avere le proprie riprese in modalità selfie in un riquadro (rettangolare, circolare e… a cuore) in sovraimpressione su quelle della fotocamera posteriore, effettuare anche durante la registrazione la commutazione tra le due, oppure scegliere una modalità di visualizzazione a display diviso in due. Anche in questo caso è una funzionalità che potrebbe sembrare ai più poco utile e ‘giocosa’, ma poter portare a casa da uno stand un video già montato in camera, con alternanza tra le videocamere e con le immagini delle due già in sovraimpressione, può rappresentare un risparmio di tempo consistente, a tutto vantaggio della tempestività del contenuto.

Il notch anteriore ospita poi un secondo modulo fotocamera, in questo caso con sensore da 8 megapixel e ottica super grandangolare da 105°, con focale equivalente di circa 18mm. Meno spinta rispetto ad alcuni moduli visti in passato, questa fotocamera permette riprese frontali ambientate o di gruppo, senza però eccedere nella distorsione ai bordi, fenomeno che a volte rende poco utilizzabili le immagini riprese dalle fotocamere grandangolari dei telefonini.

Ci sono altri telefoni che portano in dote un modulo anteriore da 50 megapixel ma, come nel caso di  OPPO Find X5 Pro, parliamo di un terminale che ha un prezzo di listino di 1.299 €. Questo vivo V23 5G è invece offerto in configurazione 12GB+256GB al prezzo di listino di 549 €, costo che lo pone verso l’alto della fascia media, ma con alcune caratteristiche da top di gamma con costo pari a più del doppio. Il mix di caratteristiche è particolare e certamente vivo V23 5G non è un telefono per tutti: qualcuno potrebbe volere uno schermo più ampio e luminoso, altri una fotocamera posteriore di maggiore risoluzione, altri una ricarica rapida ancora più veloce. Per il compito di ‘smartphone da fieravivo V23 5G gioca invece molto bene le sue carte.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.