Amazon Echo Show 15: come un quadro ma intelligente grazie ad Alexa! La recensione

Another ICT Guy

Amazon Echo Show 15: come un quadro ma intelligente grazie ad Alexa! La recensione

È l’ultimo nato in casa Amazon ed è anche il più grande, l’unico che può davvero diventare il centro di controllo della casa domotica. Parliamo di Echo Show 15 ossia il più grande smart speaker con Alexa che cambia il paradigma visto finora con i device di Amazon, portandosi più sull’idea di smart display. È stato progettato proprio per potersi integrare al meglio nella casa e difatti, come vedremo, possiede un design che lo fa confondere con un vero e proprio quadro d’arte anche se nella realtà il quadro è fortemente animato dall’interfaccia che Amazon ha rivisto leggermente permettendo la totale integrazione con la voce, il riconoscimento facciale e molto altro. 

C’è una cornice in policarbonato premium che sembra voler strizzare l’occhio al legno, c’è un display ampio e di qualità, c’è ancora una fotocamera per il riconoscimento facciale (il Visual ID di Amazon) e ancora microfoni, altoparlanti e la possibilità di porlo a parete appeso sia in verticale che in orizzontale oppure anche appoggiato ad una superficie con uno stand specifico (venduto separatamente).  

Qui non cambia tanto il concetto di utilizzo già visto con Amazon e i suoi Echo Show. A cambiare è forse l’idea di questo device che viene potenziato come centro di controllo della casa ma soprattutto è il primo dispositivo della serie che permette di creare profili per tutti i membri della famiglia che verranno automaticamente visualizzati in base a chi sarà effettivamente di fronte ad Echo Show 15.

E poi a cambiare, o forse ad affinarsi, c’è la volontà di Amazon di porre un dispositivo intelligente in casa anche e soprattutto in bella vista facendolo divenire uno dei componenti più importanti della casa digitale. Rimangono i comandi vocali che svolgono comunque un compito fondamentale ma è palese che l’interazione con l’immenso schermo possa arricchire e non di poco l’uso del device. 

Il suo prezzo è sicuramente importante ossia di 249€ ma di fatto quello che Amazon vuole introdurre con questo Echo Show 15 è un concetto un po’ diverso da quanto visto finora. Qui Alexa fa un salto di specie e diventa un hub smart fondamentale per la casa ma soprattutto per tutti i membri che ne fanno parte, con lo speaker che si trasforma in elemento del display e con l’interazione fisica (touch) che porta ad un arricchimento dell’esperienza con Alexa. 

 

DESIGN

La sua caratteristica principale? Un enorme display da 15.6 pollici dalla risoluzione Full HD ossia di 1920 x 1080 pixel da poter utilizzare sia con orientamento orizzontale che verticale, garantendo ad Echo Show 15 di poter essere posizionato ovunque: a parete grazie al gancio in confezione o ancora sullo stand (venduto separatamente) al di sopra di una superficie. Le sue dimensioni sono importanti perché parliamo di 402 x 252 x 35 mm con un peso di 2 chilogrammi e 215 grammi. Di fatto lo spessore, anche se non irrisorio, non è esagerato raggiungendo i 3.5 centimetri che lo rendono più un quadro che un device del genere. Oltretutto al posteriore la forma è quella di un leggero cuneo tronco che regala un design ancora più simile ad un quadro. 

E proprio la somiglianza con il quadro arriva dalla sua cornice. Bella, anche se in una sola colorazione e senza possibilità di essere cambiata come invece capita con alcune TV di Samsung. Nulla di male perché la cornice scura tende a somigliare al legno e rende Echo Show 15 sicuramente elegante e di impatto. Peccato però per l’impossibilità di interscambiare la cornice stessa o di scegliere tra ipotetiche varie colorazioni. Probabile che Amazon possa proporre la cosa in una seconda generazione di Echo Show 15. 

Come detto al posteriore è presente l’incavo per il fissaggio dello stand a parete ma anche le fessure per la porta di alimentazione oltre ai due altoparlanti da 41mm. E proprio sul cavo di alimentazione dobbiamo fare un appunto perché doveva essere più lungo. Sì, perché Amazon propone un cavo bianco da 1,5 metri ma abbiamo capito che questo tipo di prodotto, se appeso, potrebbe venire posizionato a distanza importante dalla presa di alimentazione a parete e dunque la lunghezza pensata per il cavo da Amazon potrebbe non bastare sempre.

C’è sulla cornice un foro dove Amazon ha posizionato la fotocamera, l’unica in questo device. È un sensore da 5 megapixel con copri-telecamera integrato che permette dunque di disattivarla (coprendola) quando si vuole. E proprio questa fotocamera permetterà, come vedremo, di riconoscere i membri della casa e di proporre proprio a loro le note, le informazioni o qualsiasi altra cosa esclusiva per ogni membro, grazie al Visual ID. Oltre a questo la cornice vede la presenza nella parte superiore del pulsante che serve per silenziare il microfono e ancora un doppio pulsante del bilanciere del volume, che ricordiamo comunque può venire regolato anche tramite la voce con Alexa. 

Purtroppo al momento Echo Show 15 non è compatibile con il Wi-Fi 6 ma supporta il Wi-Fi dual band a doppia antenna (MIMO). Per quanto concerne invece la connettività Bluetooth sappiate che c’è il supporto Advanced Audio Distribution Profile (A2DP) per la riproduzione audio in streaming dal dispositivo mobile a Echo Show 15 o da Echo Show 15 a un altoparlante Bluetooth.  Il processore di questo nuovo Echo Show 15 è il nuovissimo Amlogic Pop1 octa-core con motore di rete neurale Amazon AZ2. Ed è proprio lui pronto a fare la differenza soprattutto perché permette agli utenti della casa o i membri della famiglia di essere riconosciuti all’istante e dunque visualizzare solo le informazioni di loro interesse. 

AUDIO E FUNZIONALITA’

Come funziona Amazon Echo Show 15? Molto bene. Partiamo dallo schermo perché di dimensioni così importanti non era mai stato realizzato da Amazon. È un ottimo IPS Full HD capace di replicare le immagini o anche le animazioni dell’interfaccia in modo pulito, concreto e con una buona qualità anche a diverse angolazioni di visione. Vi aspettavate risoluzioni maggiori? Alla fine crediamo che Amazon abbia optato per un compromesso: ottime prestazioni qualitative ma con un prodotto che consumasse non troppo visto che deve rimanere acceso sempre, quasi tutta la giornata e dunque la volontà era quella di non consumare più di 30W.

Quello che ci piace di questo Echo Show 15 è soprattutto la capacità di rendere davvero belle le foto a schermo. Il pannello infatti ha un’ottima tridimensionalità e questo non può che colpire positivamente chi guarda e osserva l’immagine riprodotta. Oltretutto è inevitabile non osservare un’elevata resa cromatica, il che significa la bontà del pannello scelto da Amazon. Ammettiamo di essere rimasti particolarmente colpiti, positivamente parlando, della qualità dello schermo. Non siamo di fronte ad un AMOLED, ma è un IPS LCD di buona qualità anche nella riproduzione di un video che non potrà raggiungere neri profondi ma che si saprà difendere agevolmente. Oltretutto ottimo il lavoro svolto dai sensori di luminosità che tarano il giusto la luce del pannello soprattutto al buio o con poca luce esterna. 

Se Echo Show 15 brilla nel video non fa altrettanto nell’audio o almeno Amazon poteva potenziare un pochino di più questo aspetto. In questo caso l’azienda ha posizionato 2 altoparlanti da 41 mm (1,6”) che permettono di raggiungere un buon volume, maggiore se il device è posto a contatto con una parete piuttosto che sullo stand. Non siamo ai livelli di potenza di un Echo Studio ma è anche vero che non nasce con questa volontà. Se vogliamo trovare una sorta di equiparazione sappiate che Echo Show 15 suonerà come un classico Echo, quindi qualità buona ma con qualche imperfezione soprattutto nei toni alti. Mancano forse un po’ di bassi che magari invece siamo abituati a trovare su Echo Studio o anche su Echo Plus. Nulla di male però perché anche Echo Show 15 si difende bene anzi è migliore anche di alcuni device della concorrenza o addirittura di alcune piccole TV che spesso non consentono l’audio promesso. Oltretutto è palese che il vantaggio di avere speaker meno grandi ha permesso di ridurre le dimensioni di Echo Show 15 che soprattutto nello spessore non esagera anzi si mantiene esiguo permettendo un ottimo equilibrio. 

La fotocamera da 5 Megapixel non è un portento chiaramente. Serve per essere utilizzata come cam di sorveglianza in casa nel caso in cui sia accesa. Basta entrare nell’applicazione di Alexa e permette la visione di quello che sta accadendo nella stanza in cui è stato posizionato Echo Show 15. Non abbiamo una qualità incredibile chiaramente e con poca luce si fatica un pochino ad avere buoni video ma di fatto per le videochiamate veloce è un buon compromesso che può comunque essere utilizzato dall’utente. 

Echo Show 15 funziona con un’interfaccia che è non troppo dissimile da quanto visto finora con i vari Echo Show di Amazon. Qui chiaramente la differenza la fa lo schermo di dimensioni decisamente maggiori e anche quella volontà da parte di Amazon di portare l’utente ad interagire con lo schermo anche fisicamente con le dita. Davvero ottima l’idea di utilizzare Echo Show 15 implementando il cosiddetto Visual ID ossia il riconoscimento del membro della famiglia sul device. Questo significa che si potranno aggiungere fino a 10 membri nella lista della famiglia con una semplice registrazione facciale da parte del software. A questo punto non appena ci si troverà di fronte ad Echo Show 15 e alla sua fotocamera questa ci riconoscerà e ci mostrerà tutte le informazioni che riguardano il nostro account. Utile per non far visualizzare a tutti delle nostre note personali o magari anche per visualizzare un messaggio da parte di un altro membro indirizzato esplicitamente a me. 

È senza dubbio l’idea trainante questa di Echio Show 15: rendere multi utente il device permettendo delle interazioni in tempo reale al passaggio dei membri della famiglia. Oltretutto La funzione Visual ID effettua una registrazione biometrica i cui contenuti criptati rimangono esclusivamente archiviati nella cornice e nulla viene condiviso in cloud. Un aspetto non da poco.

Su Echo Show 15, Amazon, ha forse differenziato poco l’interfaccia rispetto a quanto già visto con gli altri Echo Show. Sono stati aggiunti i widget che permettono di valorizzare lo schermo grande e riguardano il meteo, le note, la musica o anche le videocamere di altri device. Ma sono veramente pochi e al momento c’è solo quello di Giallo Zafferano tra gli sviluppatori esterni. Insomma sono veramente ben fatti ma vorremmo poterne usare di più e sicuramente gli sviluppatori, tra cui anche Amazon, nei prossimi mesi arricchiranno questo aspetto. O almeno lo speriamo. Si poteva fare di più soprattutto perché lo schermo è ottimo e grande e sfruttare l’occasione di avere questo tipo di pannello non è da tutti sul panorama dei device da casa. 

Il generoso display diventa comunque un ottimo supporto per la visualizzazione dei contenuti multimediali come quelli forniti da Prime Video, da Netflix, ma anche da Spotify e Amazon Music con la funzione karaoke. Come detto sono immancabili le ricette di Giallo Zafferano ma mancano accessi diretti ad altri servizi popolari come YouTube, RaiPlay e Now TV, che al momento possono essere gestiti solo attraverso il browser integrato. 

Tutto il resto è quello che troviamo e abbiamo sempre trovato negli Echo Show precedenti. Alexa è ancora al centro della scena e risulta anche qui integrata alla perfezione e capace di fare tutto ciò che gli viene impartito. Basta farle delle domande e lei risponderà senza esitazione. È possibile farle impostare dei timer, avere le notizie del giorno, informazioni sul meteo e risultati sportivi e poi anche offrire informazioni aggiuntive sullo schermo. Ad esempio, oltre a leggere le ricette culinarie, Amazon Echo Show 15 mostrerà gli ingredienti e i passaggi sullo schermo. E poi è possibile anche utilizzare lo schermo come interfaccia per la casa intelligente Zigbee permettendo ai vari gadget o accessori di diversi produttori di lavorare insieme, impostando automazioni, note come routine, utilizzando l’app Alexa su uno smartphone o un tablet, piuttosto che dal display intelligente stesso.  

CONCLUSIONI

Echo Show 15 è senza dubbio un valido componente della casa domotica di Amazon. Possiede l’aspetto del display da 15.6 pollici che lo pone diverso dagli altri Echo Show ma soprattutto ha la possibilità di essere appeso come un quadro e questo aspetto non è da sottovalutare per chi ama il design. La qualità del pannello è ottima soprattutto nella visione delle immagini che faranno impallidire senza dubbio lo spettatore per il loro effetto tridimensionale. 

Come sempre Alexa sa il fatto suo. Lavora bene, ha imparato ormai ottimamente l’italiano e garantisce l’uso di una moltitudine di funzionalità che possono risultare sempre più comode nella casa domotica di tutti i giorni. 

 

La novità in questo caso sta nella possibilità di interagire con il multiutente di Echo Show 15. Il Visual ID di Amazon è infatti unico nel suo genere, permette il riconoscimento della persona e automaticamente garantisce sempre a chi sta di fronte alla fotocamera di vedere le informazioni personalizzate. Ci piace, funziona bene e garantisce la giusta modularità con le routine e le azioni che solitamente si impartiscono ad Alexa. Peccato che i widget, novità di questo ampio display, non siano tanti e che Amazon non abbia realmente voluto sfruttare con un’interfaccia creata ad hoc proprio la dimensione del display. 

È un oggetto d’arredo, molto bello da vedere, che permette di dare ancora quel tocco digitale alla casa. Ha bisogno di essere ancora un pochino ottimizzato nell’interfaccia, deve popolarsi di widget, ma non possiamo non promuoverlo con la speranza che Amazon non lo abbandoni ma lo aggiorni rendendolo ancora più ottimizzato per come è stato pensato soprattutto per il prezzo al quale viene venduto. 

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.