LG entra a far parte di Alliance for Open Media e si mette al lavoro sul codec AV1

Another ICT Guy

LG entra a far parte di Alliance for Open Media e si mette al lavoro sul codec AV1

Ogni salto generazionale in ambito audio/video è accompagnato da una lotta tra i diversi codec per affermarsi come lo standard principale. In vista della diffusione dell’8K e dei contenuti 4K HFR i principali candidati sono AV1, AVS3 e VVC.

In particolare quello più noto dei tre è quello che sta guadagnando maggiore terreno al momento. Questo codec, creato nel 2018 da Alliance for Open Media, è uno dei più interessanti attualmente in uso ed è uno dei candidati per supportare la diffusione dei contenuti 8K e 4K HFR, in concorrenza con con il più diffuso codec HEVC, noto anche come H.265. Si era parlato molto di AV1 nel maggio 2020, quando YouTube aveva portato sulla piattaforma di condivisione video i flussi 8K, proprio utilizzando tale codec. Prima, nel mese di febbraio, Netflix aveva scelto tale codec per lo streaming sui dispositivi mobile Android. Il codec naturalmente richiede dell’hardware adeguato per essere implementato ed è sbarcato prima sulle piattaforme mobile, a più rapido tasso di sviluppo, mentre ha impiegato più tempo a trovare una compatibilità diffusa in prodotti a più lento sviluppo hardware, come i televisori.

AOMedia è un consorzio no-profit che raccoglie gran parte dei colossi della tecnologia, nelle sue fila troviamo infatti nomi del calibro di: Samsung, Microsoft, Amazon, Apple, Facebook, Google, IBM, Intel, Adobe, Mozilla, Vimeo, Nvidia, Cisco, ARM, AMD e Netflix. Pur figurando tra i fondatori del consorzio, Qualcomm non ha ancora aggiunto il supporto alle sue piattaforme hardware mobile, ma dalla prossima generazione le cose dovrebbero cambiare e secondo le ultime notizie il colosso statunitense porterà il supporto hardware al codec AV1 nella sua prossima piattaforma SM8550, colmando il gap con le piattaforme della concorrenza Exynos 2200 di Samsung e Mediatek Dimensity 1000, che già lo offrono.

Parlando di televisori, partire dal 2020 la compatibilità hardware dei TV con il codec AV1 si è ampliata in modo netto e recentemente Netflix ha deciso di utilizzare il codec AV1 anche per gli streaming su TV. All’appello della compatibilità relativa ai contenuti AV1 Netflix mancava ancora LG (mentre i TV coreani sono compatibili con Youtube 8K AV1 già dal 2020), ma anche in questo caso le cose potrebbero cambiare in modo drastico. L’azienda coreana ha infatti deciso di entrare a far parte del consorzio e di mettersi al lavoro per ampliare il supporto al codec su tutti i suoi prodotti.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.