Horizon Forbidden West, Aloy diventa un monumento: una statua nel cuore di Firenze

Another ICT Guy

Horizon Forbidden West, Aloy diventa un monumento: una statua nel cuore di Firenze

A partire da oggi, Horizon Forbidden West è ufficialmente disponibile su PS4 e PS5Sony Interactive Entertainemnt Italia celebra il lancio dell’ultima produzione targata PlayStation Studios con una speciale iniziativa dedicata alla protagonista dell’action/adventure di Guerrilla. In una delle piazze più importanti di Firenze è stata appena installata una statua temporanea dedicata ad Aloy, definita “un’icona virtuale ma allo stesso tempo realistica”.

Aloy, ‘The Placeholder’: la meravigliosa statua di Firenze

Il personaggio ideato dal team creativo di Guerrilla Games è a tutti gli effetti uno dei più carismatici dell’intera storia videoludica. Come abbiamo scritto nella nostra recensione dedicata a Horizon Forbidden West, Aloy conquista il giocatore con la sua audacia, con la sua genuina curiosità verso un mondo inesplorato e, soprattutto, con la sua umanità. Alla carismatica cacciatrice dalla chioma rossa Sony dedica un’installazione temporanea che sorge in piazza Madonna della Neve, nel Complesso delle Murate di Firenze.

“Aloy rappresenta una delle possibili espressioni dell’incredibile complessità psicologica del genere umano, ai fini del racconto, non è centrale la differenza di genere, ma il valore della diversità, si legge nel post pubblicato sul PlayStation Blog. Diversità intesa come unicità, come espressione della straordinarietà del singolo. Nata e cresciuta da emarginata, Aloy ha una prospettiva unica sul mondo. Si sente un’estranea, ma grazie alla sua intelligenza emotiva e a una spiccata empatia, con perseveranza e impegno, sfida lo status quo per dedicarsi alla ricerca instancabile della verità e alla scoperta di sé.

Per il monumento in questione è stato scelto il titolo ‘The Placeholder’, poiché la statua di Aloy “tiene il posto a tutte le donne del passato che ne abbiano condiviso i valori”. Con l’installazione Sony non vuole celebrare solo la protagonista dell’ultima esclusiva PlayStation, ma omaggia anche le donne di scienza, delle arti figurative, del mondo e dello sport.

“Il potere più grande della toponomastica è creare modelli, rimandare a immaginari, oltre a rappresentare una volontà” ha spiegato Maria Pia Ercolini, Presidente di Toponomastica femminile. “L’iniziativa di Sony Interactive Entertainment Italia apre un canale di comunicazione preferenziale con le giovani generazioni sull’importanza di modelli culturali, una riflessione su quali vogliano conservare, e a quali vogliano dare valore”.

aloy horizon forbidden west

Sony annuncia inoltre il suo sostegno all’Event Horizon School of Digital Art, realtà dedicata alla preparazione professionistica nell’ambito dell’intrattenimento. A partire da oggi fino all’8 marzo, il produttore videoludico coinvolgerà la community PlayStation in un’altra iniziativa legata a Horizon Forbidden West e al prequel Zero Dawn. Lo scopo è quello di contribuire all’attivazione di ulteriori corsi di formazione per gli studenti che desiderano avvicinarsi all’industria del videogioco. Sony condividerà maggiori informazioni nei prossimi giorni.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.