Mini trasforma in elettriche le auto classiche. Conversione ufficiale, ma si può anche tornare al benzina

Another ICT Guy

Mini trasforma in elettriche le auto classiche. Conversione ufficiale, ma si può anche tornare al benzina

Da oggi i proprietari dei primi storici modelli di Mini potranno scegliere di passare all’elettrico, ma non con una conversione artigianale e di dubbia provenienza. La marca controllata da BMW ha istituito un team interno presso la fabbrica di Oxford per effettuare una trasformazione ufficiale.

Mini Recharged

La squadra BMW si occuperà di estrarre il motore a combustione e sostituirlo con un’unità elettrica con 90 kW di potenza, abbinata a una batteria con capacità sufficiente per 160 km di autonomia. La modifica include anche l’installazione di una presa di ricarica Tipo 2, con potenza supportata fino a 6,6 kW.

Mini Recharged

Il programma, denominato Mini Recharged, consente quindi ai proprietari di unire la tradizione e la nuova mobilità, ma senza modifiche strutturali o permanenti. Ogni motore a benzina che verrà smontato sarà marchiato e conservato con cura, per permettere il ritorno alla normale motorizzazione qualora il proprietario lo desideri.

Mini Recharged

Piccole modifiche riguarderanno anche gli interni, con nuovi display e strumentazione aggiornata con tutti i dati necessari a gestire un veicolo elettrico. All’apparenza quadri e lancette sono identici a quelli classici, ma osservando più da vicino indicano solo due marce, avanti e indietro, velocità, temperatura del motore e autonomia residua.

Mini Recharged

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.