Ricarica con Be Charge, novità in arrivo: prenotazione, penale di fine ricarica e nuove tariffe. In più c’è una promozione natalizia

Another ICT Guy

Ricarica con Be Charge, novità in arrivo: prenotazione, penale di fine ricarica e nuove tariffe. In più c’è una promozione natalizia

Le colonnine di ricarica di Be Charge sono sempre più presenti sul territorio italiano, spesso anche in versione a corrente continua. Vista questa popolarità si rendeva necessario qualche aggiornamento all’app per smartphone, per rendere il servizio migliore, ed oggi Be Charge ha annunciato tutte le novità.

Nell’applicazione per Android e iOS arriva la modalità di prenotazione della colonnina. L’utente avrà la possibilità di prenotare una presa di ricarica, con 30 minuti di tempo per raggiungerla, senza costi aggiuntivi. Ci saranno poi sconti dedicati a chi invita un amico.

Scatta anche la penalità per chi non libera la colonnina a fine ricarica, mossa che Be Charge giustifica con la necessità di avere sempre le colonnine libere, quando possibile, per permettere a più clienti di ricaricare la propria auto. Tuttavia i termini non sono particolarmente stringenti: il cliente avrà 60 minuti di tempo dopo il termine della ricarica per spostare l’auto. Dopo questo range scatteranno le tariffe di occupazione, ovvero 0,05 euro al minuto nel caso di colonnine quick (AC fino a 22 kW) e 0,18 euro al minuto per per le fast, fast+ e ultrafast. Nel primo caso però la sanzione non sarà applicata in fascia notturna, 23-7, mentre per le colonnine veloci la validità è 24 ore su 24.

Be Charge

Dall’1 gennaio 2022 arriveranno poi nuove tariffe, legate anche alla necessità di differenziare i costi in base al tipo di infrastruttura, in continua evoluzione. I nuovi prezzi saranno i seguenti:

  • Quick (AC fino a 22 kW): 0,45 €/kWh
  • Fast (DC fino a 99 kW): 0,50 €/kWh
  • Fast+ (DC fino a 149 kW): 0,65 €/kWh
  • Ultrafast (DC a partire da 150 kW): 0,79 €/kWh

Le tariffe di cui sopra si intendono tutte IVA inclusa. Be Charge specifica correttamente anche un dettaglio importante: eventuali prese AC presenti sulle colonnine DC avranno il costo della colonnina su cui sono installate. Ad esempio una presa AC su una colonnina ultrafast, pur erogando meno potenza, costerà comunque 0,79 €/kWh.

L’ultima novità riguarda una promozione per il periodo delle vacanze natalizie. Dal 16 dicembre 2021 fino al 10 gennaio 2022 tutte le colonnine quick avranno il costo di 0,40 €/kWh, mentre tutte le colonnine DC, indipendentemente dalla loro potenza, costeranno 0,45 €/kWh, sempre IVA inclusa.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.