Tre dei quattro strumenti scientifici del telescopio spaziale Hubble sono operativi

Another ICT Guy

Tre dei quattro strumenti scientifici del telescopio spaziale Hubble sono operativi

Il 25 Ottobre un problema ha attivato la “safe mode” del telescopio spaziale Hubble. Questo ha interrotto le osservazioni scientifiche per diverse settimane in attesa che gli ingegneri trovassero la causa del guasto e capissero come poterlo risolvere. Dalla fine del programma Space Shuttle non è più possibile effettuare operazioni di riparazione in orbita, ogni intervento deve quindi essere effettuato da remoto.

nasa hubble

Secondo quanto riportato il problema riguarderebbe dei messaggi di mancata sincronizzazione che non hanno coinvolto l’avionica e la parte di alimentazione (che rimangono in buona salute). Invece tutti gli strumenti scientifici impiegati da HST sono stati disattivati momentaneamente per evitare possibili danni irreparabili. Attualmente, dall’1 Novembre non sono stati rilevati altri messaggi anomali.

Continua la riattivazione degli strumenti del telescopio spaziale Hubble

La strategia pensata dagli ingegneri a terra è stata quella di iniziare a capire quale fosse l’origine del problema e riattivare in successione tutti gli strumenti scientifici (facendosi aiutare anche dal simulatore per testare le operazioni). Questo ha comportato prima la riattivazione dell’Advanced Camera for Surveys (ACS) nella seconda settimana di Novembre.

Nella seconda metà di Novembre invece è stata riattivata la Wide Field Camera 3 (WFC3) che è considerato uno degli strumenti scientifici più preziosi del telescopio spaziale Hubble. La NASA ha poi annunciato sul finire dello scorso mese di aver completato anche la terza riaccensione in sequenza di un altro strumento scientifico.

hubble telescopio

Si tratta dello strumento chiamato Cosmic Origins Spectrograph (COS) che è stato riacceso correttamente il 28 Novembre. Questo significa che tre dei quattro strumenti scientifici di HST sono stati correttamente ripristinati permettendo di ricominciare le osservazioni che erano rimaste in sospeso.

Nonostante il passare delle settimane non è ancora stata trovata la causa che ha scatenato il problema. Il team si sta comunque adoperando per effettuare una modifica al software di controllo per permettere di svolgere le attività scientifiche in maniera regolare anche nel caso fosse rilevato un’altra volta lo stesso errore. Sempre stando alle informazioni rilasciate, il primo a essere aggiornato sarà proprio Cosmic Origins Spectrograph (COS). Nei giorni successivi all’installazione ci saranno alcuni test per garantire che il sistema funzioni correttamente.

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.