ECS Liva Q3 Plus, quando il mini-PC è davvero mini

Another ICT Guy

ECS Liva Q3 Plus, quando il mini-PC è davvero mini

Quando ti abitui a provare componenti di notevoli dimensioni, come ad esempio la GeForce RTX 3090 di Nvidia, pensare che un PC possa stare letteralmente in una mano è un’idea che non ti sfiora, ma la realtà è che è possibile, un computer grande come una piccola cassa bluetooth si può fare, e lo dimostra ECS (Elitegroup Computer Systems) con Liva Q3 Plus.

Possiamo parlare di un mini-PC tascabile, con dimensioni davvero contenute di 74 x 74 x 52,1 mm e un peso di soli 359 grammi. Questo piccolo cubo in un elegante colore nero opaco e una cornice “rose gold” contiene – almeno nella versione giunta nella nostra mano – un processore AMD Ryzen Embedded V1605B con TDP di 15 watt e grafica integrata Vega 8.

È un processore prodotto a 14 nanometri con 4 core basati su architettura Zen e SMT attivo, quindi offre 8 thread. La CPU opera di base a 2 GHz e può accelerare fino a 3,6 GHz in single-thread, mentre la GPU Vega ha un clock massimo di 1100 MHz e sottrae un 1 GB di RAM alla memoria di sistema (DDR4-2400), che quindi essendo a 8GB scende a circa 6,9GB. All’interno del Liva Q3 Plus c’è una ventolina che serve a raffreddare la APU di AMD.

Le specifiche indicate per il processore da AMD sono però generiche; la CPU non arriva mai a 3,6 GHz sul nostro mini PC e nel BIOS è indicato che la frequenza minima è 1,6 GHz, mentre quella massima tocca 2 GHz. Il nostro sample è tuttavia un modello di prova, le specifiche dei prodotti commerciali saranno differenti.

Accanto alla RAM c’è uno storage eMMC da 64 GB, espandibile tramite uno slot micro SD fino a 1 TB. Completano il quadro la porta Gigabit LAN, due USB 3.2 Gen 1×1 Type-A, una USB 2.0 Type-A, una HDMI 2.0 (gestisce fino a 4K@60Hz e funzione CEC), una mini DisplayPort 1.4 e connettività wireless Wi-Fi 802.11 b/g/n/ac e Bluetooth 4.1. C’è anche una porta Kensington lock che permette di proteggere il mini-PC quando si trova in ambienti pubblici, a potenziale rischio di furto.


ECS Liva Q3 Plus accanto una piccola scatola di un processore Intel Pentium

A impreziosire il tutto la possibilità, tramite un adattatore VESA 100×100 / 75×75 mm, di montare il Liva Q3 Plus sul retro di un monitor o una TV, oltre che grazie alle dimensioni posizionarlo sulla scrivania o ovunque vogliate. ECS Liva Q3 Plus è chiaramente un sistema per il lavoro quotidiano, quindi la produttività leggera, l’uso casalingo del PC (gaming serio escluso) ma anche digital signage, edge computing, chioschi e altri impieghi tipici dei sistemi embedded. In bundle con il mini PC di ECS c’è il supporto VESA, l’alimentatore esterno da 36W e una serie di adattatori per gli standard di collegamento alla presa di diversi paesi (Europa, USA, ecc.).

A chi si rivolge

Le specifiche tecniche dicono già tutto sulla destinazione d’uso di questo mini PC, tuttavia per darvi un’idea più precisa abbiamo svolto due test veloci, Cinebench R20 e PCMark 10. Il primo ci è servito per constatare che con 956 punti nel test multi-thread il processore Ryzen Embedded è tutto fuorché adeguato per carichi intensivi e prolungati. In tale situazione, giusto per darvi qualche dato di contorno, i core salgono a 2 GHz e la CPU si attesta a 71 °C, con la ventola che tuttavia non produce moltissimo rumore, seppur udibile.

Con la suite di produttività per eccellenza, PCMark 10, abbiamo registrato un punteggio di 2636, con il sottotest Essentials che ha totalizzato 5534, il Productivity 3781 e quello Digital Content Creation in cui tocca 2377. UL Benchmarks spiega che con un punteggio di 4100 o superiore nel test Essentials il sistema è dedicato una varietà di operazioni semplici. Gli altri punteggi sono inferiori alla soglia minima accettabile, ed è chiaro quindi che ECS Liva Q3 Plus si rivolge a impeghi non eccessivamente esigenti.

Conclusioni

Il sample di ECS Liva Q3 Plus in nostro possesso è disponibile solo su richiesta, mentre sul mercato vi sono due modelli, uno con CPU V1605B, 8 GB di RAM, 128 GB di storage eMMC e senza sistema operativo a 308 euro circa, mentre l’altro da 245 euro avrà un chip dual-core Ryzen Embedded R1505G, 4 GB di RAM, 128 GB di eMMC e senza sistema operativo. Vi consigliamo di optare per il modello più potente.

Per quanto concerne il mini PC in sé e per sé, è un prodotto molto compatto, persino portatile se avete dei pantaloni con tasche un po’ larghe. Mini PC con lo stesso processore in commercio in Italia occupano più spazio, più tipico dei mini PC in stile NUC. Sotto carico, inoltre, non si è dimostrato troppo rumoroso; quindi, non ci sono controindicazioni nonostante le dimensioni ridotte.

ECS ha confezionato una soluzione davvero particolare per la quotidianità, per navigare, leggere email e gestire software di produttività generale, ma anche la multimedialità come vedere Netflix o YouTube grazie alla GPU integrata che è di buon livello. Per questo il Liva Q3 Plus, oltre che questo tipo di impieghi generici, guarda a tutto il mondo embedded e al settore del digital signage e dei chioschi.

[HWUVIDEO=”3150″]ECS Liva Q3 Plus, un mini-PC che sta in una mano[/HWUVIDEO]

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *