Monopattini elettrici, tutte le nuove regole decise dal Governo. Andranno adeguati entro una data precisa

Another ICT Guy

Monopattini elettrici, tutte le nuove regole decise dal Governo. Andranno adeguati entro una data precisa

Due giorni fa avevamo anticipato alcune delle novità che il Governo stava valutando in materia di circolazione dei monopattini elettrici. Gli emendamenti che contengono le nuove norme sono già passati al vaglio della Camera, e resta solo lo scoglio del Senato, dopodiché saranno effettivamente approvati. Vediamo quali sono le novità, e quali invece le regole simili o per nulla variate rispetto a quelle già in vigore.

Non ci sono cambiamenti per quanto riguarda la circolazione, sempre ammessa dove il limite di velocità e inferiore o uguale a 50 km/h, o anche dove sia presente una pista ciclabile (anche se la strada adiacente ha limiti superiori a 50 km/h). Viene evidenziato, anche se in realtà non era necessario, il divieto di circolazione su marciapiedi e contromano.

Resta, ovviamente, il divieto di portare un passeggero, ma anche del trasporto cose o animali, così come quello di essere trainati. Nessuna novità nemmeno per l’età del conducente e per l’uso del casco: il monopattino si potrà guidare dai 14 anni, senza patentino, e con casco obbligatorio fino alla maggiore età.

Monopattino elettrico

Sul fronte tecnico arrivano invece diverse nuove regole. La velocità massima consentita scenderà da 25 a 20 km/h, e ci sarà la confisca del mezzo se modificato con potenza superiore a 1 kW. Si tratta di un inasprimento in quanto il limite del provvedimento prima era di 2 kW. Nelle ore notturne o con scarsa visibilità resta l’obbligo di luce anteriore e posteriore, oltre al giubbino rifrangente e al campanello, ma si aggiungono anche gli indicatori di direzione obbligatori. Confermato anche il doppio freno. I mezzi non in regola potranno essere adeguati entro il 1 gennaio 2024, mentre quelli nuovi dovranno essere venduti già a norma dal 1 luglio 2022.

Arrivano poi diverse novità per lo sharing, considerato uno dei motivi di maggiore confusione e uso scorretto. Fine del parcheggio selvaggio, con i monopattini che non dovranno creare intralcio e occupare i marciapiedi. La sosta potrà avvenire in aree identificate dal Comune, ed anche negli stalli per bici e moto. Per chi usa il mezzo in sharing sarà obbligatoria la foto del parcheggio corretto a fine corsa. Introdotto anche un mini corso via app da effettuare prima del noleggio.

A meno di modifiche dell’ultimo minuto, sono state rifiutate le proposte di targa, assicurazione e casco per tutti, oltre al divieto di circolazione nelle ore notturne e per i minorenni. L’entrata in vigore delle nuove norme avverrà dopo l’approvazione definitiva del Decreto in Senato, e dopo la relativa pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *