Il progetto della reflex analogica modulare SLR Project pare destinato a fallire (come tanti altri)

Another ICT Guy

Il progetto della reflex analogica modulare SLR Project pare destinato a fallire (come tanti altri)

Gli appassionati di fotografia purtroppo ne sono fin troppo abituati: progetti lanciati su Kickstarter che promettono di essere rivoluzionari, che poi falliscono, magari dopo aver raccolto centinaia di migliaia di dollari, perché non erano stati fatti bene i conti nel business plan iniziale.

È il destino a cui sembra avviato anche Reflex SLR Project. Tre anni dopo aver raccolto 131.964 £, infatti, la rivisitazione in chiave moderna e modulare della reflex pare non avere più chance di arrivare al prodotto finale.

L’idea aveva attirato gli sguardi (e i soldi) di diversi appassionati e sulla carta era geniale: un corpo macchina modulare, a cui potevano essere sostituiti l’innesto e il magazzino pellicole. In questo modo, non solo sarebbe stato possibile utilizzare senza adattatori diversi tipi di ottiche, ma soprattutto i fotografi potevano cambiare pellicola senza essere costretti a finire tutto il rullino.

Si sarebbero potuti avere in borsa diversi magazzini caricati con differenti pellicole, bianco e nero e colore, oppure diverse sensibilità, portando così nell’analogico quel concetto tutto digitale della possibilità di cambiare ISO e profilo colore a ogni scatto.

I backer del progetto, estenuati dall’attesa, hanno recentemente chiesto un incontro virtuale con il fondatore, Laurence Von Thomas, sentendosi rispondere, secondo quanto riporta Kosmo Foto, che lo sviluppo del prodotto si è arrestato al 80% e che il team non è in grado di andare oltre.

La situazione pare sia in stallo dallo scorso novembre, ultimo tentativo per convincere nuovi investitori a iniettare capitali. Lo sviluppo si è arenato sull’otturatore. Von Thomas aveva pianificato di sfruttare lo stesso otturatore che Sony utilizzava per una fotocamera digitale, ma la messa fuori produzione di tale modello ha portato all’impossibilità di reperire tale componente. Il team si è trovato quindi senza il capitale e l’esperienza necessari per progettare da zero un nuovo otturatore e in ogni caso il costo di tale operazione non sarebbe stata sostenibile per il progetto.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.