Energica, nuovo motore EMCE su tutta la gamma: fino 167 CV e 10 kg più leggero

Another ICT Guy

Energica, nuovo motore EMCE su tutta la gamma: fino 167 CV e 10 kg più leggero

Energica Motor Company, azienda italiana impegnata nel segmento delle moto elettriche, annuncia un importate upgrade per le proprie due ruote proponendo sull’intera gamma un nuovo motore elettrico più leggero ed efficiente.

La nuova unità si chiama EMCE, Energica Mavel Co-Engeneering, frutto di una stretta collaborazione con l’azienda italiana Mavel specialista per quanto riguarda il settore dei powertrain e non solo, con sede a Point-saint-martin, Valle D’Aosta.


Clicca per ingrandire

“L’innovazione è il main core del nostro dipartimento tecnico che, insieme a Mavel, ha definito una proficua collaborazione per spingersi oltre i limiti dell’attuale tecnologia, migliorando ulteriormente un prodotto già altamente performante”

“L’introduzione nel mercato del nuovo motore EMCE era prevista per il MY2022, ma a seguito delle difficoltà della nostra supply chain – per effetto della situazione pandemica mondiale – abbiamo deciso di anticipare i tempi e in soli 6 mesi abbiamo sviluppato questo progetto di co-engeneering con Mavel, fino all’attuale produzione” ha affermato Giampiero Testoni, CTO di Energica Motor Company S.p.A.

“Credo nella collaborazione tra Energica e Mavel, due aziende proiettate nel futuro, con tecnologie complementari e visioni convergenti. Sono anche orgoglioso che due realtà come le nostre, che investono sulle persone, contribuiscano a sostenere un futuro di modernità e sviluppo per il nostro paese” ha invece dichiarato Davide Bettoni, CEO di Mavel.

Clicca per ingrandire

La collaborazione tra le due aziende si è concentrata sui seguenti punti:

  • Geometrie innovative di rotori e statori che minimizzano le perdite di energia e massimizzano le prestazioni
  • Uniformità della coppia erogata
  • Ottimizzazione dei pesi
  • Sistema di raffreddamento del rotore, innovativo e brevettato, in grado di generare un flusso interno di aria che lambisce i magneti e li raffredda
  • Algoritmi di controllo adattivi con i quali l’inverter sia sempre in grado di far funzionare il sistema nel modo più efficiente possibile
  • Sensoristica brevettata in grado, tra le altre cose, di raccogliere ed immagazzinare i dati operativi del motore per prevederne l’insorgere di un eventuale guasto meccanico

Il risultato è un motore con potenza di picco pari a 126 kW, 167 CV, a 8.500 RPM, raffreddato a liquido refrigerante, e non più a olio, per le migliori performance possibili, e ben 10 kg più leggero in abbinamento ad un aumento dell’autonomia generale del veicolo tra il 5 e il 10%.

Una tecnologia tutta Made in Italy, inclusa la produzione dell’unità, che offre ad Energica un ulteriore margine tecnologico rispetto alla concorrenza; per maggiori informazioni a riguardo vi invitiamo a visitare la pagina ufficiale del costruttore italiano.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *