La Tesla economica potrebbe arrivare nel 2023 per competere con Volkswagen ID.3

Another ICT Guy

La Tesla economica potrebbe arrivare nel 2023 per competere con Volkswagen ID.3

Ormai da qualche anno, Volkswagen ha strutturato un consistente piano di investimenti per poter colmare il divario rispetto alle soluzioni di Tesla in fatto di mobilità elettrica. Con Volkswagen ID.3 e ID.4, la casa tedesca può fin da subito dare filo da torcere a Tesla, e soprattutto con la prima andare a colpire in un segmento che vede la casa di Elon Musk scoperta, quello delle vetture elettriche compatte.

Auto elettriche compatte per Tesla

Tesla sta lavorando attualmente su veicoli appartenenti a varie categorie, come il pickup elettrico Tesla Cybertruck, la sportiva Tesla Roadster e il camion Tesla Semi. Ma, non solo: in passato si è infatti parlato insistentemente anche di una Tesla compatta, un progetto menzionato, seppure indirettamente, dallo stesso Elon Musk.

Tesla economica

Secondo un recente articolo pubblicato da Autocar, Tesla, dopo aver registrato risultati trimestrali record rispetto ai suoi 13 anni di storia, vuole puntare al segmento delle compatte, in modo da poter completare la propria offerta di veicoli. Nello specifico, starebbe lavorando su un modello che le consentirebbe di competere con auto come Volkswagen ID.3, Nissan LEAF e Kia Niro EV.

Autocar sostiene che Tesla avrebbe pianificato l’introduzione sul mercato della nuova auto compatta nel 2023. Si tratterebbe, inoltre, di una proposta molto differente rispetto alle precedenti di Tesla: un veicolo di gran lunga più economico venduto in volumi molto più importanti. Questo richiederebbe una completa rivalutazione della struttura di produzione di Tesla, adeguandola in modo tale da poter produrre molte più auto da distribuire in vari territori, Cina ed Europa su tutti.

Elon Musk in passato ha detto esplicitamente che vorrebbe mettere sul mercato una Tesla che venga incontro alle esigenze degli automobilisti europei e delle condizioni del traffico urbano europeo, a differenza di ciò che accade con gli attuali modelli, pensati per la realtà statunitense.

Il progetto sarebbe inoltre basato sulla nuova batteria Tesla 4680, basata su celle più grandi e per questo necessarie in numero inferiore per ogni batteria, il che consentirebbe di ridurre i costi. Al punto da poter commercializzare la nuova compatta a 25 mila dollari, consentendo dunque a Tesla di posizionarsi su una fascia di prezzo addirittura inferiore rispetto ai rivali.

Tuttavia, alcuni esprimono dei dubbi sulle celle 4680. La nuova Model S Plaid non le usa e la versione potenziata di quest’ultima, la Plaid+, è stata recentemente cancellata. Si mormora che questo sia dipeso proprio dalla nuova tecnologia per le batterie, che non sarebbe applicabile né su un’auto come la performante Model S Plaid né sui futuri progetti di Tesla come Cybertruck.

La nuova compatta dovrà, tuttavia, contraddistinguersi per prestazioni di alto livello, per poter rimanere in linea con i precedenti veicoli di Tesla, e garantire almeno 400 chilometri di autonomia. Se la vedremo effettivamente nel 2023, allora vorrà dire che nella scala di priorità di Tesla avrà superato molti altri progetti, e per Elon Musk e soci questo potrebbe rappresentare un gran bell’affare.

Seguici anche su
Instagram! Ci
sono foto e video che qui non trovate!

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *