Il mercato delle schede video dedicate fa +370% nel Q1 2021 grazie ai prezzi gonfiati

Another ICT Guy

Il mercato delle schede video dedicate fa +370% nel Q1 2021 grazie ai prezzi gonfiati

Gli analisti di Jon Peddie Research, dopo aver posto l’attenzione sul mercato delle GPU nel suo complesso, hanno puntato i riflettori sul solo mercato delle schede video dedicate, detto anche AIB (Add-In Board). Nel primo trimestre 2021 si registra una crescita della quota di mercato per AMD, che sale al 20% dal 17% di fine 2020. L’azienda è però ben lontana dal 31% del Q1 2021, quando Nvidia aveva il 69%, mentre oggi è salita all’80%

Oltre ai dati dei due produttori, nell’attesa che entri in campo il terzo incomodo Intel, sono sicuramente interessanti – ma non sorprendenti – i dati del settore: secondo gli analisti, nel trimestre sono state consegnate schede video per un valore di 12,5 miliardi, un aumento del 370% rispetto allo scorso anno, conseguente ai prezzi elevatissimi legati all’eccesso di domanda (non solo gaming ma anche mining) e alla speculazione che interessa la filiera della vendita (e non ci riferiamo ai soli scalper, o bagarini, che dir si voglia). Il grafico di seguito illustra chiaramente la progressione dei prezzi (medi) per le varie fasce di mercato:

Jon Peddie Research riporta che il mercato delle schede video dedicate ha fatto segnare consegne in crescita del 7,1% rispetto al Q4 2020 e del 24,4% su base annua a 11,8 milioni di unità. Il mercato AIB ha raggiunto 23,6 miliardi di dollari lo scorso anno e si prevede tocchi 54 miliardi nel 2025. Dal 1981 a oggi sono state consegnate oltre 2 miliardi di schede video dedicate.

“Riteniamo che gli ordini legati ai lockdown abbiano creato la domanda nel 2020 e nel primo trimestre del 2021. I PC e le workstation domestici sono diventati il ​​centro della vita professionale e spesso la principale fonte d’intrattenimento durante i lockdown. Il gaming ha aumentato la pressione sulla filiera continuando a crescere in popolarità. Questo è tuttavia un periodo anomalo nella storia della grafica: i prezzi sono alti a causa della carenza di prodotti e per la domanda in risposta ai prezzi delle criptovalute”, concludono gli analisti.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.