Leonardo, accordo per acquisto 70% Alea

Another ICT Guy

Leonardo, accordo per acquisto 70% Alea

Leonardo ha firmato un contratto preliminare per l’acquisizione del 70% del capitale sociale di Alea, società specializzata in software di comunicazione mission critical per soluzioni multimediali conformi agli standard internazionali su reti a larga banda Lte/5G. Lo fa sapere la società con una nota.

“Leonardo, grazie all’operazione – si legge -, rafforza il portafoglio d’offerta nelle comunicazioni professionali, settore caratterizzato da una forte evoluzione e integrazione con soluzioni a banda larga. L’integrazione delle soluzioni di Alea consentirà di garantire nuove funzionalità e performance avanzate a supporto della gestione delle emergenze, della pubblica sicurezza, delle aziende, delle infrastrutture critiche e dei trasporti”. E’ prevista l’ opzione per una successiva acquisizione del residuo 30% del capitale.

In particolare, l’acquisizione di Alea consentirà di integrare nel portafoglio di Leonardo una nuova soluzione dedicata alle comunicazioni operative del settore ferroviario a standard Frmcs (Future Rail Mobile Communication System) e la suite “Talkway” per le comunicazioni business critical. La nuova tecnologia Frmcs, che sostituirà progressivamente lo standard Gsm-R attualmente in funzione su migliaia di chilometri di ferrovie nel mondo, è un elemento chiave per la digitalizzazione del trasporto su rotaia. La soluzione “Talkway” consente di effettuare da smartphone comunicazioni professionali “PushTo-Talk”, assimilabili alle comunicazioni via radio, gestione video e foto, messaggistica e localizzazione costantemente monitorate dalla sala operativa tramite piattaforma web dedicata.

Il closing dell’operazione è soggetto all’avveramento di determinate condizioni sospensive – incluso l’esperimento della c.d. procedura “Golden Powers” – ed è previsto nel corso del terzo trimestre dell’anno.

Alea, azienda italiana con sede a Pordenone, è una Pmi attiva, principalmente, nella progettazione, sviluppo, manutenzione e commercializzazione delle proprie piattaforme di sistemi applicativi “Push-To-Talk”. Ha registrato un fatturato di circa 900mila euro nel 2020.
   

https://www.carlomauri.net

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *