macOS Monterey è la nuova release del sistema operativo dei Mac: annunciate le novità

Another ICT Guy

macOS Monterey è la nuova release del sistema operativo dei Mac: annunciate le novità

In occasione del keynote della WWDC 2021 Apple ha annunciato una nuova versione del sistema operativo di iMac, MacBook e sistemi Mac in generale. Si chiamerà macOS Monterey, e introdurrà alcune delle novità che abbiamo visto su iOS 15 e iPadOS 15, fra cui quelle presentate su FaceTime, come ad esempio Focus per le notifiche, le funzionalità presenti su Messaggi e SharePlay. Ma ci sarà anche dell’altro.

Fra le novità principali della nuova release di macOS abbiamo Universal Control, ovvero una feature che consente di utilizzare gli stessi mouse e tastiera su un sistema Mac e su iPad. Sembra una novità banale, ma il funzionamento è a dir poco geniale: se si posiziona l’iPad a fianco del Mac l’utente potrà spostare il cursore fra il computer e il tablet come se i loro display fossero collegati allo stesso sistema.

In questo modo è possibile ad esempio eseguire operazioni di drag and drop (trasferire file semplicemente trascinandoli da un dispositivo all’altro) fra un Mac e un iPad, e Universal Control funziona anche fra più di due dispositivi in contemporanea. Nella demo Apple ha spostato il cursore fra un iMac, un MacBook e un iPad per mostrare la funzionalità.

Universal Control, e le altre novità di macOS Monterey

Con macOS Monterey arriva anche AirPlay sui Mac, consentendo così la condivisione di qualsiasi contenuto e media da iPad/iPhone ad altri Mac. I Mac guadagnano anche le Scorciatoie che abbiamo già visto su iOS, quindi uno strumento per automatizzare le attivitài. Gli utenti potranno anche importare i workflow già esistenti di Automator (che rimarrà sulla nuova versione, ma non sappiamo ancora pr quanto) sulle nuove Scorciatoie. Queste ultime funzioneranno per diversi tipi di attività, anche su Finder, con la barra delle applicazioni, Spotlight, Siri, e molto altro.

Ci sono diverse modifiche anche su Safari, il browser nativo di macOS, in cui è stata progettata un’interfaccia del tutto nuova per dare più spazio al contenuto della pagina. Cambia la gestione delle tab e della finestra, mentre la barra superiore è più pulita, le singole tab vengono presentate in maniera più compatta cambiando colore in base ai contenuti della pagina, e possono essere raggruppate in modo tale da poterle riaprire tutte insieme. I gruppi vengono sincronizzati fra i dispositivi con lo stesso account. La barra superiore implementa nella stessa riga sia la barra degli indirizzi (con ricerca incorporata) sia l’elenco delle tab aperte, mentre i gruppi di tab venbgono proposti in un menu a colonna sulla sinistra.

I “Tab Group” possono essere inoltre condivisi interamente via e-mail, mentre le estensioni arriveranno anche su iPhone e iPad. Di recente Apple, Google Microsoft e Mozilla hanno fondato un gruppo di discussione per standardizzare lo sviluppo delle estensioni in modo che siano compatibili fra browser e piattaforme diverse, l’arrivo delle estensioni su iPhone e iPad potrebbe essere una prima concretizzazione degli sforzi congiunti delle varie realtà.

Le novità su macOS arrivano insieme a diverse aggiunte per gli sviluppatori, fra cui nuove API come Object Capture, che consente di scansionare un oggetto tridimensionale partendo da una serie di foto, nuove funzioni via Swift e su App Store, e Xcode Cloud, che dovrebbe rendere più semplice la collaborazione nello sviluppo di app o servizi per Mac.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.