Il modulo Tianzhou 2 si è agganciato alla stazione spaziale cinese Tianhe

Another ICT Guy

Il modulo Tianzhou 2 si è agganciato alla stazione spaziale cinese Tianhe

Nella giornata di ieri abbiamo scritto del lancio della missione Tianzhou 2 destinata a portare il secondo modulo della stazione spaziale cinese, chiamata Tianhe, in orbita per collegarsi a quello principale lanciato sul finire di Aprile 2021. Dopo otto ore dal lancio, poco dopo le 23:00 in Italia, è avvenuto il collegamento (docking) tra i due moduli.

stazione spaziale cinese

La missione è quindi stata un successo, anche se mancano ancora molti altri lanci prima di vedere il completamento dell’avamposto orbitante destinato a ospitare astronauti cinesi (e forse russi). Le operazioni dovrebbero avere termine nel 2022, dopo undici lanci complessivi, compresi alcuni con equipaggio.

Interessante notare che sia il lancio che le fasi di docking siano state seguite con uno speciale televisivo sul canale CCTV13 con uno speciale di diverse ore. Prima del lancio sembrava invece che la Cina avesse deciso di “blindare” il sito di lancio non mostrando molte informazioni in merito.

Il secondo modulo della stazione spaziale cinese

Il modulo chiamato Tianzhou-2 di questa seconda missione spaziale è sostanzialmente un modulo cargo che ha permesso di portare in orbita rifornimenti per i futuri equipaggi, strumentazioni, tute spaziali e anche carburante (circa 2 tonnellate) per alimentare la stazione spaziale cinese Tianhe.

stazione spaziale

Il lancio della seconda missione è avvenuto dallo spazioporto di Wenchang in Cina sfruttando un razzo Lunga Marcia 7 (da non confondere con il Lunga Marcia 5B che ha causato apprensione in passato). Il vettore prevede quattro booster laterali e uno stadio principale, dopo 604″ dal lancio il modulo Tianzhou-2 si è sganciato dal razzo per proseguire il suo cammino in orbita. Alcune perdite dal serbatoio dell’ossigeno liquido hanno comportato un doppio rinvio di alcuni giorni, non compromettendo comunque la missione.

spazio stazione

Questo razzo ha dimensioni di 53 metri in lunghezza e 3,35 metri in larghezza con una massa di 13,5 tonnellate alla partenza, delle quali 6,8 tonnellate sono di carico utile, il resto invece è composto dal carburante e dagli stadi. L’orbita dei due moduli, quello principale della stazione spaziale cinese e Tianzhou-2 ha una quota massima di circa 371 km (con alcune variazioni).

Nella prima metà di Giugno 2021 (salvo rinvii) ci sarà invece la prima missione con equipaggio chiamata Shenzhou-12. I tre astronauti cinesi potranno utilizzare i rifornimenti portati in orbita con questa missione per tre mesi, oltre alle tute spaziali, dal peso di 100 kg, che consentiranno anche delle “passeggiate spaziali”.

stazione cina

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa cinese, gli astronauti troveranno “cibo appetitoso”. Ci saranno menù a base di carne o di verdure di alta qualità compresi famosi piatti cinesi come straccetti di maiale con salsa all’aglio e il pollo Kung Pao. Ora non resterà che aspettare le novità circa la missione Shenzhou-12 per capire come evolverà il progetto della stazione spaziale cinese.

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *