OneWeb mette in orbita altri 36 satelliti per la connettività Internet

Another ICT Guy

OneWeb mette in orbita altri 36 satelliti per la connettività Internet

Dopo il lancio di fine Aprile 2021, OneWeb ha lanciato nelle scorse ore altri 36 satelliti per costruire la sua costellazione dedicata alla connettività Internet. Il lancio è avvenuto dal cosmodromo di Vostochny (situato nell’estremo oriente del territorio russo) grazie alla collaborazione con Arianespace e di Roscosmos.

A differenza di SpaceX, la società londinese non ha vettori propri e quindi deve appoggiarsi ad altre realtà dell’industria spaziale per realizzare la propria costellazione di satelliti. Questa è una delle differenze più significative tra due delle realtà più impegnate nella realizzazione delle nuove megacostellazioni per la connettività.

Amazon con Project Kuiper, potrebbe trovarsi a metà strada tra le due affidandosi inizialmente a ULA per i primi lanci e poi puntare sui suoi vettori New Glenn quando saranno ultimati (rimane comunque l’incognita delle tempistiche).

Il lancio dei 36 satelliti di OneWeb

Il lancio è avvenuto il 28 Maggio alle 19:38 (ora italiana) con tutti i satelliti di OneWeb che si sono separati correttamente una volta raggiunta la quota idonea. Dalla prima separazione all’ultima sono passate 3 ore 52 minuti così da distribuire le varie unità nelle orbite corrette.

oneweb

Allo stato attuale OneWeb può contare su una costellazione composta da 218 satelliti (a titolo di confronto, SpaceX può contare su 1584 unità). Con i prossimi lanci in programma la flotta sarà costituita da 648 unità in orbita LEO (orbita bassa terrestre). Con il prossimo lancio, previsto per Giugno 2021, la società potrà iniziare a connettere le zone oltre i 50° di latitudine Nord come il Regno Unito, l’Alaska, il Nord Europa, Groenlandia, nei mari artici e Canada.

Neil Masterson (CEO di OneWeb) ha dichiarato in merito al lancio che “il successo del lancio di oggi è un’altra pietra miliare che ci pone a un solo lancio dalla fornitura di connettività ad alta velocità e bassa latenza in Alaska, Canada, Groenlandia, Regno Unito e Nord Europa. Oggi celebriamo e ringraziamo il nostro team della Florida per il duro lavoro e la dedizione che ha portato in orbita più di 200 satelliti. La collaborazione e il lavoro di squadra sono vitali per il successo della missione di OneWeb”.

oneweb

Le capacità produttive nello stabilimento in Florida vantate da OneWeb e dal suo partner industriale Airbus promettono di poter realizzare ben due satelliti al giorno permettendo di incrementare il numero di unità in tempi rapidi. Attualmente nello stabilimento di Merritt Island sono stati prodotti 220 satelliti. La società londinese ha intenzione di iniziare a fornire il servizio entro la fine dell’anno così da non perdere troppo tempo rispetto alla concorrenza (coprendo inoltre territori diversi).

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.