‘Ascoltate la scienza!’: il CEO di Volkswagen tuona contro l’idrogeno e le benzine sintetiche

Another ICT Guy

‘Ascoltate la scienza!’: il CEO di Volkswagen tuona contro l’idrogeno e le benzine sintetiche

Da tempo il CEO di Volkswagen, Herbert Diess, rappresenta una voce contraria all’utilizzo dell’idrogeno in campo automotive e ha portato all’abbandono degli studi in merito da parte del marchio automobilistico tedesco.

Diess è tornato a far sentire la sua voce impugnando uno studio del PIKPotsdam Institute for Climate Impact Research – pubblicato all’inizio di maggio. I ricercatori tedeschi confermano la tesi del CEO di VW, che reputa l’idrogeno non adatto come soluzione, nemmeno di transizione, verso un futuro più green in ambito automobilistico. “Ascoltate la scienza!” ha tuonato su Twitter Diess.

I ricercatori tedeschi hanno messo in luce, dati alla mano, che nei settori in cui è possibile, l’elettrificazione diretta è la via migliore per raggiungere il massimo contenimento delle emissioni. L’idrogeno può essere una soluzione, ma solo in quei settori in cui l’elettrificazione diretta non è possibile: i ricercatori citano l’ambito aeronautico e quello dei processi industriali.

Lo studio tedesco si concentra in particolare sulle e-fuel, carburanti di sintesi ottenuti per ricombinazione dell’idrogeno con CO2, che promettono di avere un ciclo del carbonio a valore zero, non introducendo nell’ambiente più anidride carbonica di quella catturata per la loro produzione.

Il problema sta nella poca efficienza nella produzione dell’idrogeno, ma anche nei vari passaggi della catena di distribuzione: a parità di energia raccolta da fonti rinnovabili, alimentare direttamente con essa un’auto a batteria è molto più efficiente rispetto a produrre carburanti sintetici a partire dall’idrogeno. I ricercatori hanno stimato che la seconda via richieda dalle due alle quarante volte l’energia, rispetto all’utilizzo diretto in auto a trazione elettrica.

Il punto è anche un altro: investire sulle benzine sintetiche può essere controproducente per l’ambiente in quando allungherebbe anche la vita dei carburanti fossili, rallentando la transizione verso l’elettrico in ambito automobilistico.

Falko Ueckerdt, autore principale dello studio del PIK, aveva dichiarato: “Tali combustibili come soluzione climatica universale sono un po ‘una falsa promessa. Sebbene siano meravigliosamente versatili, non ci si può aspettare che sostituiscano i combustibili fossili su larga scala. Ciò può essere ottenuto solo con l’elettrificazione diretta. I combustibili a base di idrogeno saranno probabilmente molto scarsi e non competitivi per almeno un altro decennio“.

A proposito di Volkswagen elettriche, hai letto la nostra prova della VW ID.3 1st Plus?

[HWUVIDEO=”3071″]ID.3 1st Plus: l’elettrica per tutti secondo Volkswagen[/HWUVIDEO]

Fonte: http://feeds.hwupgrade.it/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *